Jackfruit, i motivi per cui diventerà popolare nelle nostre cucine

Jackfruit, i motivi per cui diventerà popolare nelle nostre cucine

20 Dicembre 2021 - di Silvia

Chi frequenta ristoranti vegani avrà avuto modo di mangiare il jackfruit, un frutto molto popolare in Paesi come la Thailandia. Ci sono diversi motivi per cui questo alimento è destinato a diventare un protagonista anche della nostra cucina. È un potente antiossidante ed è ricco di isoflavoni, lignani, fitonutrienti e saponine che agiscono sui radicali liberi.



Al momento, trovare il prodotto fresco è piuttosto complicato. Inoltre, trattarlo non è facile. Meglio fare la sua conoscenza affidandosi a uno chef che conosca bene la cucina asiatica. Potrebbe essere un’ottima alternativa a un secondo di carne (questo non significa che possa sostituirla, ovviamente). Chi sceglie la via vegana sa che deve integrare nella sua alimentazione la Vitamina B12.

Ma vediamo i benefici del dettaglio.

Questo alimento è ricco di vitamina B6 e B1 e una fonte di potassio. Una porzione da 80 grammi di jakfruit giovane e acerbo contiene 40 calorie, 2 grammi di proteine, 0 grammi di grasso, 9 grammi di carboidrati, 7 grammi di fibra, 0 di zucchero.

Il frutto è ricco di fibre e questo garantirà una maggiore soddisfazione e senso di pienezza. Poiché la fibra non può essere digerita, aiuta anche a normalizzare i movimenti intestinali e a tenere a bada la stitichezza. Il jackfruit è una fonte di potassio, un minerale che funziona come un elettrolita, aiutando il corpo a mantenere il volume di liquidi e sangue in modo che possa funzionare correttamente.

Una porzione da mezza tazza di giovane jackfruit ti fornirà il 14% della RDA (Recommended Daily Allowance) per la vitamina C, un antiossidante che aiuta a supportare il tuo sistema immunitario. Per assicurarti di raggiungere la nostra quota di ferro quotidiana (che è di 18 milligrammi), abbina il frutto a cibi ricchi di minerali, come lenticchie, spinaci e tofu.