Categorie
cronaca

Windows XP in pensione: computer a rischio virus

ROMA – Windows XP va in pensione. Il sistema operativo di Microsoft da martedì 8 aprile non riceverà più aggiornamenti sulla sicurezza, come annunciato da tempo da Redmond. Ma continua ad essere molto diffuso sui pc di tutto il mondo. In famiglia, nelle aziende, sui bancomat, nella Pubblica Amministrazione. E la scadenza sta generando non pochi timori che migliaia di computer diventino, nel giro di una notte, vulnerabili a virus e hacker.

Se passare da Windows 7 all’ultima versione del nuovo sistema operativo con interfaccia a mattonelle è relativamente semplice (basta eseguire l’installazione seguendo pari passo le indicazioni pubblicate online da Microsoft), il compito si complica un pò se in esecuzione sul vecchip pc c’è Windows Xp (l’ideale sarebbea ver scaricato il Service Pack 3). In quest’ultimo caso si è infatti tenuti obbligatoriamente ad effettaure un’installazione “pulita” da un Dvd di Windows 8.1, il che significa l’impossibilità di mantenere file, impostazioni o programmi quando si esegue l’aggiornamento. Se non si vuole formattare il computer (scelta consigliabile) e quindi cancellare tutti i dati, è possibile effettuare il backup dei documenti su disco esterno (o nel servizio di storage SlyDrive) e avviare la procedura di upgrade che sposterà i file personali nella cartella Windows.old. Windows 8.1, lo ricordiamo, può essere acquistato online sullo Store di Microsoft oppure nei negozi fisici: il prezzo dell’edizione base è 119 euro, quella Pro costa 279,99 euro.

Se non si vuole “cestinare” il vecchio computer, la prima azione da compiere, come suggerisce anche Microsoft sul proprio sito, è quella di verificare la presenza a bordo dei requisiti minimi: processore, memoria Ram, spazio libero su disco e scheda grafica sono i parametri da controllare. Una utility di Microsoft, l’assistente aggiornamento, provvede automaticamente ad analizzare le caratteristiche del computer e a fornire informazioni dettagliate sulla loro compatibilità con Windows 8. Bene inoltre ricordarsi che un pc con Windows Xp, non essendo dotato di display touch, limita molto la fruibilità della nuova interfaccia pur garantendo l’accessibilità all’ambiente desktop di Windows 8 con mouse e tastiera. Altra operazione consigliabile è infine quella di verificare se un il pc Windows XP è in grado di eseguire o meno una versione di Windows 8.1 a 64 bit (operazione facilmente percorribile attraverso il pulsante Start e la funzione Risorse del computer).

Chi ha un computer con XP può: 1. scegliere di continuare ad utilizzarlo, con i rischi che abbiamo evidenziato. 2. controllare se è possibile installare una versione più recente di Windows. 3. optare per un sistema operativo diverso come Linux (sempre mantenendo lo stesso PC). 4. Comprare un nuovo computer (portatile o fisso) o passare ad un tablet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.