Categorie
cronaca

“Voglio vendere mio figlio”: richiesta choc di una giovane dell’Est

VICENZA – “Voglio vendere mio figlio”: questa la scioccante richiesta di una giovane dell’Est, in stato di gravidanza, che si è presentata nella sede del Centro di Aiuto alla Vita di Stradella dei Cappuccini di Vicenza. Il centro offre servizi di assistenza sociale, legale, medico-psicologica ed anche aiuto economico alle mamme in difficoltà. Come si legge su Il Mattino:

“Nel colloquio le operatrici hanno stentato ad afferrare cosa stesse chiedendo loro la giovane, che aveva affrontato la questione alla larga, poi la richiesta esplicita: cercava qualcuno a cui vendere il bambino che portava in grembo. Le operatrici dapprima sono rimaste sconvolte, poi si sono adoperate a spiegarle che era proibito dalla legge, mettendole a disposizione tutti gli aiuti che la comunità offre. La coppia se n’era poi andata”.

Sembra che la storia abbia avuto un lieto fine. Al Centro Aiuto alla Vita sono venuti a conoscenza del fatto che la giovane ha partorito in ospedale ed ha riconosciuto suo figlio. A questo punto la speranza è che abbia cambiato idea, decicendo di crescere il suo piccolo prendendosi le sue responsabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.