Voglio chiamare la figlia Nutella, giudici dicono no

Voglio chiamare la figlia Nutella, giudici dicono no

ROMA – Una coppia di Valenciennes, nel Nord della Francia, ama talmente la Nutella tanto da voler dare alla figlia neonata il nome della famosa crema spalmabile. Peccato che il funzionario dell’anagrafe non abbia preso benissimo la trovata dei genitori: incaricato di registrare l’atto di nascita, ha rinviato il tutto ad un giudice. Il quale ha rilevato che chiamarsi come un marchio di cioccolata spalmabile non fosse “conforme” all’interesse della bimba e, visto che la coppia non si è presentata in udienza, ha deciso di “ribattezzarla” solo Ella.

E prima della piccola Ella un’altra bambina francese ha scampato il pericolo di chiamarsi in modo inconsulto: è finito in tribunale il caso di due genitori che volevano chiamare la figlia “Fragola”. Il giudice ha però deciso che il nome avrebbe provocato disagi nella bimba e sarebbe stato “all’origine di prese in giro”.

Eppure di bimbi con nomi strani in giro ce ne sono abbastanza: trai nomi accettati anche “Baby” e “Moche”, che in francese significa “Brutto”. Come rivela il sito di Le Figaro, secondo il quale quest’ultimo nome è stato dato 156 volte dalla Seconda Guerra Mondiale ad oggi.

Potrebbero interessarti anche...