Categorie
cronaca

Pistorius, è dramma: scambia fidanzata per un ladro e la uccide

JOHANNESBURG – È dramma e giallo per Oscar Pistorius, l’atleta olimpico e paraolimpico che in Sudafrica è stato fermato dalla polizia a seguito dell’uccisione della fidanzata a colpi di arma da fuoco nella sua casa a Pretoria.

Secondo le prime informazioni, Pistorius avrebbe scambiato la donna per un ladro, ma le circostanze della sparatoria sono ancora confuse. La polizia locale infatti sembra che non creda a questa versione e ha incriminato l’atleta per omicidio volontario.

Per ora le notizie certe sono che la ragazza è stata raggiunta da quattro colpi di arma da fuoco, che è stata colpita alla testa e al braccio ed è morta poco dopo. Quando gli agenti sono giunti sul posto era già arrivata un’ambulanza.

I media sudafricani hanno riferito che l’incidente è avvenuto verso le 04.00 del mattino nella sua residenza, nella zona di Silver Lakes. Sul luogo dell’omicidio la polizia ha trovato una pistola calibro 9.

Sempre secondo le prime ricostruzioni, Reeva si sarebbe introdotta in casa di nascosto per fare una sorpresa di San Valentino a Pistorius. La modella era infatti piena di entusiasmo per la festa e proprio ieri aveva scritto sul suo profilo Twitter. “Qual è il vostro asso nella manica domani per il vostro amore?”. Un’idea molto romantica ma dall’esito fatale.

Dalle informazioni che trapelano, nel momento in cui la polizia è arrivata a casa sua, Pistorius era “in forte stato di choc”. Arrestato e portato in commissariato, è stato interrogato per alcune ore. Quindi è stato condotto in ospedale, per essere sottoposto ad esami per stabilire il livello di alcol nel sangue e verificare la presenza di segni di lotta.

Primo atleta con due gambe amputate ad aver partecipato alle Olimpiadi, Pistorius gareggia nei 100, 200 e 400 metri piani grazie a due protesi in fibra di carbonio.

Il tragico errore all’alba della festa dei fidanzati di San Valentino avviene in un paese come il Sudafrica che ha fra i più alti tassi di criminalità nel mondo e dove le rapine in casa sono una piaga diffusa.

Fonte: Adnkronok

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.