Categorie
cronaca

Lifting brasiliano al sedere finisce male: influencer si scusa con i follower

Un’influencer di 24 anni ha chiesto scusa ai suoi follower per essersi sottoposta a un lifting brasiliano al sedere, finito purtroppo male perché ora cammina a fatica.

Renee Donaldson, di Stratford (Londra), ha oltre 138.000 abbonati sul suo canale YouTube e ha chiesto alle giovani donne di non alterare il proprio corpo dopo il suo intervento in Turchia.

La ragazza ha detto di essersi sottoposta all’operazione dopo aver visto ragazze con il “corpo perfetto” sui social media.

Come si legge sul Daily Mail, lo ha fatto pensando che questa soluzione sarebbe stata più facile e veloce che andare tutti i giorni in palestra.

Il lifting del lato b l’ha portata ad avere complicazioni, dopo essere andate e tornata in Turchia in tre diverse occasioni per correggere i risultati dell’intervento chirurgico.

Il dolore fisico dopo il lifting.

“Il mio dolore è orribile e non riesco a camminare alcuni giorni. Il dolore è un dolore lancinante e ogni volta che gli dicevo che soffrivo mi dicevano che era normale”.

Renee ha detto che è stata contattata da una ventina di ragazze che hanno avuto esperienze simili in quella clinica, rivelandole:

“Per favore, di’ no alla chirurgia a meno che non sia tra la vita o la morte. Puoi ottenere quello che vuoi andando in palestra”.

“Non ero felice del mio corpo. Ero insicura riguardo alla pancia e alla schiena non avendo quel corpo perfetto”, ha detto.

“Ero troppo pigra per andare in palestra, quindi è stato il modo più semplice”.

Renee ha spiegato di essere stata contattata dalla clinica, che inizialmente le aveva chiesto di essere una loro ambasciatrice:

“Visto chi ero, volevano che aiutassi a potenziare la loro piattaforma”.

Lei ha accettato e si è fatta operare, ma poi le cose non sono andate bene ed ha avuto un’infezione in una parte del sedere.

Cosa è successo al rientro a casa.

La 24enne è stata portata di corsa al pronto soccorso, dove le è stata somministrata una terapia antibiotica.

Ma le è rimasta rimasta una cicatrice permanente sul corpo a causa dell’operazione e per questo è tornata di nuovo in Turchia nel tentativo di rimediare, invano.