“Vittima indossava il tanga”: assolto 27enne accusato di stupro in Irlanda

"Vittima indossava il tanga": assolto 27enne accusato di stupro in Irlanda

CORK – “Lei indossava il tanga”: assolto 27enne accusato di stupro in Irlanda. E’ destinata a far discutere una sentenza emessa lo scorso 6 novembre dal Tribunale di Cork, in Irlanda, che ha scagionato un uomo accusato di aver violentato una ragazza di 17 anni. L’avvocato del presunto aggressore, Elizabeth O’Connell, ha mostrato in aula il perizoma indossato dalla vittima al momento dei fatti. “Guardate il modo in cui era vestita, indossava un perizoma con la parte davanti in pizzo” la difesa del legale, suggerendo che la donna indossasse un capo sexy e dunque fosse nelle condizioni di poter essere molestata.

La sentenza ha generato sgomento e disapprovazione tra le donne irlandesi, che sono scese in piazza mostrando dei perizomi in segno di protesta. La piazza si è anche espressa via social con l’hashtag #ThisIsNotConsent (“questo non è dare il consenso”). Anche la socialista Ruth Coppinger ha mostrato un tanga in Parlamento per manifestare solidarietà alla 17enne. In video pubblicato su Storyful si vede la politica che chiede: “Perché non è stato fatto ancora nulla per fermare i soliti stereotipi sugli stupri durante i processi? Come pensa di agire il governo sulle possibili future vittime?” La parlamentare ha anche sottolineato come molto spesso le donne irlandesi vengano “incolpate anche durante i processi in cui si parla di stupri subiti”.

Potrebbero interessarti anche...