Categorie
cronaca

Gianluca Grignani arrestato. Si difende: “Non ho spinto i carabinieri”

RICCIONE – “Chiedo scusa, ma non ho spinto nessuno”, queste le parole di Gianluca Grignani, secondo una nota pubblicata dal suo ufficio stampa, dopo l’ arresto avvenuto nella notte tra sabato e domenica 13 luglio da parte dei carabinieri di Riccione per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. I carabinieri – precisa la nota – “sono intervenuti su segnalazione del cugino (unico presente al momento dell’accaduto) di Grignani, il quale, in stato confusionale dovuto a una forte crisi di panico, ha reagito all’intervento in modo sconclusionato”. L’artista e la moglie Francesca Dall’Olio – prosegue la nota – “tengono a precisare che la vicenda di ieri sera non è in alcun modo legata alla famiglia né, tantomeno, che sia stata la moglie ad allertare i carabinieri”. Il cantante – si legge infine – “avrà modo, in seguito, di dare ulteriori dettagli su quanto accaduto”.

Il cantautore milanese, 42 anni, era in vacanza a Riccione con la moglie e i 4 figli da un mese. Secondo quanto riferito dall’Ansa avrebbe preso a calci due carabinieri. Grignani, in preda ad alcol e droga, avrebbe dato in escandescenza buttando giù dalle scale uno dei rappresentati delle forze dell’ordine. E’ stato poi accompagnato al Pronto soccorso del “Ceccarini”, dove i medici l’hanno sottoposto a flebo calmanti. Una volta dimesso, è stato condotto in caserma dove intorno alle tre di notte lo hanno formalmente arrestato. Grignani, difeso dal legale Mastracci, è in stato di detenzione domiciliare cautelare. Sarà giudicato per direttissima dal Tribunale di Rimini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.