Categorie
cronaca

Georgia, condannata a morte donna: non accadeva da 70 anni FOTO

JACKSON (GEORGIA, STATI UNITI) – È stata eseguita in Georgia la condanna a morte a carico di Kelly Gissendaner, 47 anni, accusata di avere pianificato l’uccisione del marito insieme all’amante a Douglas nel 1997. Si tratta della prima donna sulla quale viene eseguita una condanna a morte in Georgia da 70 anni e della 16esima donna uccisa con pena capitale negli Stati Uniti dal 1976. Gissendaner era l’unica donna nel braccio della morte nello Stato.

È stata uccisa con iniezione letale alle 12.21 ora locale nella prigionie di Jackson. È caduto dunque nel vuoto l’appello di papa Francesco, che nel corso della sua visita negli Stati Uniti aveva chiesto che fosse commutata la pena della donna. Gli avvocati di Gissendaner hano sottolineato che la donna non era presente quando il marito fu ucciso e che a compiere rapimento e omicidio fu l’allora fidanzato Gregory Owen, che fu condannato invece all’ergastolo (foto Ansa).

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.