Categorie
cronaca

Francia: matrimonio gay celebrato dal sindaco di estrema destra

PARIGI – Dopo avere a lungo rifiutato, in nome della sua “coscienza”, di celebrare le nozze tra gay, un sindaco francese di estrema destra ha dovuto gettare la spugna: Angelique Leroux e Amandine Gilles, si sono sposate nella giornata di martedì a Bollene, un paesino del sud della Francia di 14.000 abitanti.

Le due donne avevano sporto denuncia lo scorso 30 agosto in seguito al rifiuto del sindaco, Claude Bompard, di unirle nel matrimonio. Ma ormai le nozze gay sono legge in Francia dallo scorso 18 maggio, e il sindaco obiettore, se avesse perseverato nella sua decisione, avrebbe rischiato fino a 5 anni di carcere e 75.000 euro di multa per discriminazione.

Alla fine la coppia ha potuto dirsi sì, anche se a celebrare il rito è stato uno degli assessori del comune che ha anche offerto un bouquet di fiori alle spose. Nei mesi scorsi un’altra coppia gay aveva dovuto far ricorso alla giustizia per potersi sposare, denunciando il sindaco di destra di Arcangues (sud-ovest), Jean-Michel Colo e i suoi assessori perché si rifiutavano di celebrare il rito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.