Categorie
cronaca

Cina: Anonymous attacca siti governativi per protesta contro le restrizioni

Pechino (Cina) – Gli hacker del gruppo Anonymous hanno attaccato alcuni siti del governo cinese per protestare contro le restrizioni su internet imposte da Pechino. Anonymous China ha elencato sul proprio account di Twitter le pagine web attaccate negli ultimi giorni. Tra queste ci sono siti degli uffici del governo in alcune città cinesi, tra cui Chengdu. Alcuni siti sono bloccati ancora oggi, mentre altri hanno ripreso a funzionare regolarmente. Funzionari del governo di Pechino hanno negato che pagine web siano state attaccate e il National Computer Network Emergency Response Technical Team cinese non ha commentato le notizie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.