Royal Ascot, la regina Maxima incanta in Maison Natan

maxima-royal-ascot-look

La regina Maxima d’Olanda ha sfoggiato uno dei look più belli al Royal Ascot 2019, il concorso ippico britannico più mondano e atteso dell’anno. I reali olandesi sono apparsi nella stessa carrozza della Regina Elisabetta. Maxima non ha tradito le aspettative. La regina ha indossato un vestito rosa cipria firmato dalla belga Maison Natan non senza l’immancabile cappello scenografico. Un outfit impeccabile, romantico ed elegante, che ha catturato l’attenzione dei fashion addicted, mentre nei giorni scorsi era stata la regina di Spagna Letizia Ortiz ha vincere la gara di eleganza a Windsor.

Anche Kate Middleton è apparsa in tutta la sua bellezza e grazia con un abito azzurro firmato dallo stilista libanese Elie Saab. La duchessa di Cambridge è tornata al Royal Ascot dopo un anno di assenza. Nel 2018, Kate era in maternità per la nascita di baby Louis. Quell’anno ha lasciato spazio alla cognata Meghan Markle, neosposa del principe Harry. Quest’anno la duchessa è tornata protagonista e in grande stile. Presenti anche il principe Carlo e Camilla, la principessa Anna, il principe Andrea, le principesse Beatrice e Eugenia e il principe Edward e Sophie, che celebrano il loro 20 ° anniversario di nozze. “La gara è iniziata ad Ascot più di 300 anni fa e, mentre molto è cambiato, i cavalli rimangono le stelle, entusiasmandoci per la loro bellezza, brillantezza e coraggio” ha spiegato la regina Elisabetta.

Maxima Zorreguieta, questo il suo cognome di nascita, è nata a  Buenos Aires il 17 maggio 1971. La regina ha conosciuto Guglielo Alessandro, suo attuale marito nonché erede al trono olandese, nell’aprile 1999 a Siviglia, durante la fiera di aprile. Si sono sposati il 2 febbraio 2002 con cerimonia civile al Beurs van Berlage in Olanda. La coppia ha avuto tre figlie: la principessa Caterina Amalia (nata il 7 dicembre 2003), la principessa Alexia (nata il 26 giugno 2005), la principessa Ariane (nata il 10 aprile 2007).

Potrebbero interessarti anche...