Rania di Giordania, regina sì..ma senza rinunciare ai piercing

Rania di Giordania, regina sì..ma senza rinunciare ai piercing

Rania di Giordania, regina sì..ma senza rinunciare ai piercing. La moglie di re Abd Allah II è considerata una delle donne più eleganti del pianeta, unica in grado di scavalcare perfino la Duchessa di Cambridge, Kate Middleton. Rania, 48 anni, è stata un’icona di bellezza prima ancora che altre nobili contemporanee raggiungessero popolarità planetaria. Forse proprio a lei si sono ispirate Kate Middleton o Letizia Ortiz, che nel corso degli anni hanno raffinato il loro guardaroba, diventando un punto di riferimento per milioni di donne, che guardano ai loro outfit con ammirazione, copiandoli poi con alternative low cost nella vita quotidiana.

Ma c’è qualcosa cui la regina non può mai rinunciare: i suoi piercing alle orecchie. Li indossa sempre, anche nelle occasioni più formali. Non escludiamo che questa moda sia legata alle origini della regina o a una moda araba (la consorte di re Abd Allah è nata in Kuwait e ha vissuto a Il Cariro prima dell’arrivo in Giordania). D’altra parte pur essendosi dimostrata una grande amante dell’alta moda, la regina non ha mai rinunciato anche agli abiti etnici, che è riuscita a rendere sofisticati aggiungendo semplici accessori come delle scarpe con tacco griffate.

Rania di Giordania è convolata a nozze nel 1993. Lei e il re Adb Allah hanno quattro figli: il principe Hussein, nato il 28 giugno 1994. La principessa Iman, nata il 27 settembre 1996. La principessa Salma, nata il 26 settembre 2000. Il principe Hashem, nato il 30 gennaio 2005. Nel 2005 è stata considerata, dal magazine inglese Harpers and Queens come una delle regine più belle del secolo. La regina è membro di numerose organizzazioni umanitarie e spesso si occupa personalmente delle loro attività.

Potrebbero interessarti anche...