Categorie
celebrity

Nicole Kidman, abito rosso e quel dettaglio… FOTO

LOS ANGELES – Nicole Kidman, abito rosso e quel dettaglio… FOTO. Ha trionfato agli Emmy Awards 2017 come protagonista (e produttrice, insieme a Reese Whiterspoon) per Big Little Lies, miniserie HBO che racconta il subdolo mondo delle violenze domestiche. Nicole Kidman, 50 anni, era raggiante in un meraviglioso abito rosso con lo scollo audace firmato Calvin Klain. Ma a non passare inosservato agli occhi dei fotografi è stato soprattutto un dettaglio del suo look. L’attrice infatti ha fatto una scelta bizzarra: si è presentata sul red carpet dell’evento con… due scarpe diverse.

O meglio, si tratta di un paio di sandali fucsia con tacco alto e con un dettaglio a dir poco originale: le due scarpe, infatti, sembrano diverse perché la scarpa destra è arricchita con degli strass sul cinturino anteriore, una mezza corona di brillantini che non sono presenti sulla scarpa sinistra. Questo rende i due sandali a dir poco originali e in molti si sono chiesti se si tratti di una svista o di una scelta ben congeniata. Di certo, il look della Kidman ha fatto discutere.

L’attrice ha trionfato agli Emmy grazie a Big Little Lies, serie tv che ha vinto come miglior miniserie, attrice protagonista (Nicole, appunto), attore e attrice non protagonista (Alexander Skarsgard e Laura Dern) e regia (Jean-Marc Vallée). Nel suo discorso di accettazion, Nicole Kidman ha parlato dell’importanza di certe produzioni per fare passare al pubblico messaggi importanti come quello della lotta alla violenza domestica.

Nicole Kidman è sposata con il cantautore country Keith Urban. Insieme hanno avuto due figlie: Sunday Rose e Faith Margaret. La diva è inoltre mamma di Isabella Jane (nata nel 1992) e Connor Anthony (nato nel 1995), che ha adottato con il precedente marito, Tom Cruise. Nel corso di un’intervista con la Repubblica, Nicole ha parlato degli inizi della sua carriera. Alla domanda: “Che direbbe alla 14enne piena di ricci che voleva fare l’attrice?”, ha risposto:

“Di essere se stessa, anche se è dura. Ho appena girato con Jane Campion un ruolo che ha scritto per me nella seconda stagione di Top of the lake. Abbiamo ricordato il nostro primo incontro. Io le chiedevo consiglio su come essere, cosa pensare. Lei rispose “sii una poesia, la tua poesia”, sapendo che siamo tutti fatti di luci e ombre. La poesia è una cosa straordinaria e reale. Ci porta a sorprenderci di noi stessi, arrivando più vicini alla verità di ciò che siamo”.