benessere

Le tecniche antistress portano a comportamenti più sani

Le tecniche antistress portano a comportamenti più sani

Imparare metodi antistress può portare a uno stile di vita più sano e a un maggiore benessere. Lo conferma una ricerca pubblicata su Health Psychology.

Le persone che hanno praticato strategie per affrontare le preoccupazioni dormono meglio, bevono meno alcol e mangiano cibi più sani.

Praticare uno sport, passare molto tempo all’aria aperta, trovare distrazioni sane, fare meditazione, ognuno può testare diversi metodi per tenere lontani ansia e stress.

Durante la pandemia da Covid-19 milioni di persone hanno sperimentato oltre all’ansia anche depressione e disturbi del sonno. C’è chi parla non a caso di una epidemia secondaria, che accompagna quella principale.

L’autore principale dello studio, il ricercatore Dane McCarrick, ha dichiarato:

“Questa nuova ricerca fornisce la prima sintesi di prove sperimentali che testano i metodi più efficaci per ridurre la preoccupazione e la ruminazione nel contesto della salute”.

“La revisione fornisce nuove prove del legame tra stress e risultati negativi sulla salute e sottolinea l’importanza di trovare il tempo per staccare la spina e gestire le preoccupazioni”.

Perché lo stress fa male alla salute.

Lo stress ha un impatto negativo sulla salute fisica. Può aumentare la pressione sanguigna, la frequenza cardiaca e l’attività cardiovascolare, abbassare il sistema immunitario, influenzare i livelli ormonali e produrre sintomi fisici, tra cui dolore e nausea.

McCarrick ha dichiarato:

“I nostri dati suggeriscono che ci sono modi in cui possiamo prenderci cura della nostra salute mentale, riducendo la preoccupazione e la ruminazione, che possono anche avere conseguenze durature per una serie di comportamenti sanitari, come l’igiene del sonno e la dipendenza dall’alcol.

“Ciò è particolarmente pertinente dato che altri studi hanno recentemente dimostrato che sia la preoccupazione che la ruminazione possono essere esacerbate dalle circostanze che circondano la pandemia di COVID-19, quindi le tecniche psicologiche basate sull’evidenza evidenziate da questa ricerca sono particolarmente tempestive”. (Fonte Medical X Press).