Come avere una relazione felice con il cibo che sia duratura

Come avere una relazione felice con il cibo che sia duratura

24 Giugno 2022 - di Silvia

Avere una relazione sana con il cibo è qualcosa di scontato per molti, ma non per tutti è così. La fame nervosa è il caso più clamoroso e in questi due anni di pandemia ansia e depressione hanno avuto una crescita esponenziale, con ricadute pesanti anche per quel che riguarda l’alimentazione. Ci sono Paesi come il Giappone che puntano molto sull’educazione alimentare fin dalla giovane età, altri che la trascurano completamente, mettendo a disposizione dei più piccoli qualsiasi cibo, incluso il junk food.

Secondo un’indagine del 2021 del marketplace della spesa online Everli, nove italiani su dieci “curano” i dispiaceri con il cibo. Tra gli alimenti preferiti sul podio ci sono la pizza (45%), seguita da cioccolato e cioccolatini (42%) e patatine o pop corn (26%). Un gradino sotto il podio si posizionano a pari merito biscotti, merendine dolci e gelato (22%). Osservando poi le abitudini degli italiani nel dettaglio emerge che la metà di loro sente il bisogno di consolarsi con il cibo almeno una o due volte a settimana, la sera dopo cena è il momento prescelto (39%) per chiudere al meglio la giornata. Infine interrogati su come si procurino il loro cibo di conforto, oltre la metà (57%) ammette di farne scorta personalmente, recandosi al supermercato e lasciandosi tentare dalle delizie ben in vista sugli scaffali.

Ecco una serie di consigli per avere un rapporto sano con il cibo.

Non pensare al cibo come un nemico, di cui privarti o abbondare in base al tuo umore. Questo crea un errato rapporto di dipendenza.

Se non riesci a gestire le emozioni e il rapporto con il cibo, chiedi l’aiuto di uno specialista. Per esempio uno psicologo esperto di tecniche mindfullness, ossia consapevolezza particolare di quello che facciamo, di come ci muoviamo, persino dei passi in automatico che compiamo.

E’ bene soffermarsi ad osservare il cibo attivando più aspetti sensoriali, come la vista e l’olfatto (evitando di mettere in bocca ciò che c’è nel piatto in modo automatizzato). Date valore a tutto.

Quando mangiate allontanatevi dai social. Vi portano a distrarvi e trasmettono ansia. Non vi fanno godere il vostro pasto. Se dovete postare una foto, fatelo dopo avere mangiato.

Interpretate il cibo come una forma di anti stress. Divertitevi a mettere in pratica nuove ricette. Date valore alla fantasia. Foto di Wow Phochiangrak da Pixabay.

Tags