benessere

6 benefici del cavolo che ti spingeranno a metterlo nel carrello

6 benefici del cavolo che ti spingeranno a metterlo nel carrello

Il cavolo è un alimento che ha numerose proprietà e se hai anche solo qualche dubbio rispetto al fatto di metterlo nel carrello, con questo articolo ti faremo ricredere.

Benefici del cavolo.

Il cavolo è ricco di vitamina C antiossidante, fornendo in particolare il 70% della RDA (Recommended Daily Allowance), la dose giornaliera raccomandata.

In generale, la famiglia dei cavoli è stata associata a benefici immunitari, quindi un aiuto per le nostre cellule ad attaccare “invasori” come i virus.

Il cavolo è una buona fonte di fibre e queste ultime possono aiutare ad alleviare la stitichezza, bilanciare i livelli di zucchero nel sangue, abbassare i livelli di colesterolo e migliorare la salute dell’apparato digerente.

Questo alimento è una fonte di vitamina K, nutriente estremamente importante sia per la salute delle ossa che per le sane funzioni di coagulazione del sangue nel corpo.

Il cavolo alleato della linea e non solo.

Se sei a dieta, il cavolo è il tuo grande alleato perché è molto povero di calorie. Una tazza di verdura cotta contiene solo 34 calorie, il che lo rende un’ottima opzione per la gestione del peso.

Anche il tuo cuore ti ringrazierà perché il cavolo fa parte della famiglia delle crocifere, che come è stato dimostrato hanno benefici anti-infiammatori, quindi ideali per gli individui che sono a rischio di malattie cardiache.

Le verdure crocifere contengono composti chiamati glucosinolati, che sono sostanze chimiche contenenti zolfo.

Durante la masticazione e la digestione, questi glucosinolati vengono scomposti in determinati composti, che sono stati esaminati per i loro benefici antitumorali.

Questo non significa in alcun modo che mangiare cavoli abbia un effetto curativo sulle malattie o che fare il pieno di cavoli ti rende immune dall’ammalarti.

Nota bene: questo articolo ha solo uno scopo illustrativo e non è in alcun modo sostitutivo del parere medico. Foto di Katharina N. da Pixabay.