Corsa, una questione di scarpe e terreno

ROMA – Correre fa bene, ma non sempre. Bisogna anche saperlo fare. Ci sono infatti alcuni accorgimenti da seguire.

Prima di tutto usate sempre delle scarpe fatte per correre, e quindi con una suola abbastanza alta da attutire l’impatto del piede – e della gamba – sul suolo. L’ideale sono scarpe da corsa con circa 4 centimetri di suola.

Fondamentale anche il tipo di terreno su cui si corre: se l’ideale è la terra delle piste di atletica, o i tapis roulant della palestra, vanno bene anche i terreni dei parchi, ma non la sabbia o l’asfalto: la prima è troppo molle, il secondo troppo duro. E si rischiano tendiniti e anche danni peggiori alle ginocchia.

Una raccomandazione riguarda poi il momento della giornata ideale per correre: non la mattina, come molti pensano, ma la sera. Solo dopo una giornata, infatti, i muscoli sono pronti allo sforzo della corsa.

Infine, attenzione alle bevande energetiche: fanno bene solo se non contengono più di 40 grammi di glucosio per litro. Altrimenti troppo zucchero rischia solo di far male.

Potrebbero interessarti anche...