Depressione da bambini, aumenta rischio di obesità e infarto

Depressione da bambini, aumenta rischio di obesità e infarto

4 Febbraio 2014 - di vnicosia

ROMA – I rischi di patologie cardiocircolatorie aumentano per i bambini e gli adolescenti che soffrono di depressione. Lo rivela un nuovo studio condotto da Jonathan Rottenberg, della University of South Florida. Non solo sale il rischio di infarto, ma anche quello di essere obesi e soggetti a dipendenze, come quella dal fumo.



Rottenberg ha pubblicato i risultati della sua ricerca sulla rivista Psychosomatic Medicine e ha osservato anche alti tassi di patologie cardiache tra i genitori di adolescenti che sono stati depressi durante l’infanzia. Da tempo è nota l’associazione tra depressione e rischio cardiaco ma finora non era mai stato chiarito quando questa correlazione emerga e se possa essere rilevabile già dai primi anni in cui si sviluppa il disturbo mentale.

I risultati dello studio statunitense dimostrano quindi che è necessario prevenire e trattare in tempo la depressione infantile per ridurre le probabilità di insorgenza di malattie cardiovascolari nel corso del tempo.