Categorie
ambiente

Batteri per vincere la fame del mondo: la scoperta di 3 sedicenni

ROMA – Batteri per vincere la fame nel mondo: la scoperta è merito di tre ragazzi di 16 anni appena, appassionate di scienza. Le tre  irlandesi, Ciara Judge, Emer Hickey e Sophie Healy-Thow, sono state premiate da Google per aver individuato dei batteri presenti nel terreno che fanno “esplodere” i raccolti dei cereali in modo del tutto naturale, accelerando fino al 40% la germinazione e aumentando fino al 70% la produzione. 

Amanti di microbiologia e botanica, le tre ragazze irlandesi hanno così conquistato il Google Science Fair 2014, il riconoscimento con cui il colosso del web premia ogni anno le idee più innovative elaborate da teen-ager di tutto il mondo.

Le tre vincitrici di questa edizione hanno scoperto che alcuni batteri fissatori di azoto (che solitamente vivono in simbiosi con le radici delle piante leguminose) possono essere usati come detonatori per fare ‘esplodere’ in modo del tutto naturale le colture di cereali. Gli esperimenti casalinghi che le ragazze hanno condotto su quasi 9.500 semi differenti dimostrano che i batteri accelerano fino al 40% la germinazione delle colture e incrementano la produzione di orzo del 70%. Una tecnica del tutto ‘bio’, tanto semplice quanto inedita, che è già valsa il premio europeo Eucys 2013 per giovani scienziati.

Una volta sbarcato in America per la competizione di Google Science Fair, il trio irlandese ha seminato (è proprio il caso di dirlo) quasi 5.000 concorrenti da tutto il mondo. Grazie a questo premio, giunto alla quarta edizione, le tre giovani scienziate vincono una borsa di studio di 50.000 dollari, un viaggio di dieci giorni alle isole Galapagos e la possibilità di partecipare ad un addestramento per astronauti nel deserto del Mojave, in California.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.