Correre “ripara” il cervello. E allunga la vita

Pubblicato il 17 ottobre 2016 10.30 | Ultimo aggiornamento: 17 ottobre 2016 09.43

Tags:

 
Correre "ripara" il cervello. E allunga la vita

O TTAWA – Correre fa bene al cervello: secondo uno studio condotto da un’équipe di ricercatori dell’Università di Ottawa e pubblicata sulla rivista scientifica Cell Reports, infatti, la corsa stimola la produzione di una molecola capace di riparare danni al cervello, il fattore di crescita VGF (fattore di crescita dell’endotelio vascolare).

Nel loro esperimento condotto su alcune cavie da laboratorio i ricercatori canadesi hanno visto che se animali con un deficit di sviluppo del cervelletto (che normalmente muoiono molto presto e manifestano varie difficoltà psicomotorie) corrono su una ruota opportunamente posizionata nelle loro gabbiette, la loro longevità aumenta, raggiungendo o superando l”aspettativa di vita standard” degli animali sani. Inoltre nel loro cervello risultano riparati danni al materiale isolante dei nervi, la cosiddetta guaina mielinica.

Gli esperti si sono anche accorti che alla corsa dei topi corrisponde un aumento di produzione nel loro organismo del fattore di crescita VGF e che l’aumento di concentrazione di questo fattore persiste fin tanto che all’animale è dato modo di correre sulla ruota.

Come controprova del fatto che sia proprio il fattore di crescita dell’endotelio vascolare a riparare il cervello degli animali, gli esperti lo hanno iniettato in altri animali con le stesse anomalie del cervelletto. Ebbene, questi animali si riprendono esattamente come quelli che corrono e i danni neurali risultano altrettanto ‘sanati’.

Il VFG potrebbe dunque divenire oggetto di nuovi studi per testarne l’efficacia su malattie come la sclerosi multipla (caratterizzata proprio da danni alla guaina isolante de nervi) o altre malattie neurodegenerative.