Confettura di Amarene (metodo Ferber)

Pubblicato il 14 luglio 2016 06.30 | Ultimo aggiornamento: 13 luglio 2016 23.38

Tags: , , ,

 
Confettura di Amarene (metodo Ferber)

Roma – Confettura di Amarene (metodo Ferber).

La food blogger Cinzia Carcia ci insegna a fare la Confettura di Amarene secondo il metodo Ferber, ecco cosa ci dice.

Il metodo Ferber è diverso rispetto alla normale produzione di marmellata fatta in casa. si fa macerare la frutta con lo zucchero per qualche ora, poi si scalda fino a quasi bollire (lei dice fremere). Si copre la pentola con un foglio di carta forno e si lascia riposare in frigo tutta la notte. L’indomani si filtra il succo che si porta a 105°C (così comincia a restringere) poi si aggiunge la frutta e si cuoce a fuoco vivace per circa 8/10 minuti. A questo punto vasetti caldi di forno a 100°C, dapprima lavati, si invasa e si tappa avendo cura di strofinare l’interno del tappo con un tovagliolo intriso di alcool per dolci e poi capovolti per formare il sottovuoto.

 

Tempo di preparazione: 20 minuti + il tempo di riposo

Grado di difficoltà (da 1 a 5):

Ingredienti per circa 4 barattoli da 300g
1.5 kg di amarene pulite e denocciolate
700 g di zucchero
1 limone
½ mela verde

Procedimento:
Pulire le amarene, metterle in una pentola e mescolare con il succo del limone e lo zucchero. Coprire con carta forno a contatto e lasciare macerare in frigo tutta la notte.

Il giorno dopo, sgocciolare bene i frutti dal loro succo che sarà messo in un tegame basso e largo e portato a ebollizione a 105°C.

A questo punto aggiungere le amarene e riportare a bollore schiumando e mescolando spesso.

Lasciare bollire per circa 8 minuti o più se lo sciroppo dovesse risultare troppo liquido (fate attenzione comunque perchè raffreddando addensa)

Quando avrà raggiunto la densità, invasare nei vasi precedentemente sterilizzati in acqua bollente e lasciati in forno caldo a 100°C.

Prima di tappare, strofinare con alcool per dolci i tappi, quindi chiudere e posizionare a testa in giù per formare il sottovuoto.
Etichettare a piacere e conservare.

.

In collaborazione con il Gruppo Facebook “Quelli che non solo dolci” 

Per saperne di più sul gruppo “Quelli che non solo dolci” clicca qui.

Se vuoi diventare anche tu un membro del gruppo clicca qui.

.

Chi è Cinzia Carcia.

Mi chiamo Cinzia, per gli amici Cinzietta.
Sono Palermitana e, da sempre, la cucina è la mia passione.
Fin da quando ero bambina, uno dei miei giochi preferiti era il celeberrimo Dolceforno…e qui preferisco sorvolare, perché questo dettaglio la dice lunga sulla mia età…
Questa passione mi ha portata dapprima sui più noti forum di cucina, come “Gennarino” e “Coquinaria”, splendide comunità grazie alle quali sono “cresciuta” e ho potuto maturare esperienze e affinare tecniche dalle più classiche alle più insolite.
Dal 2009 ho un mio Blog che si chiama Il Forno Incantato.

Altre ricette di Cinzia su Ladyblitz.

Chiffon Cake al Cacao senza glutine

Cinzia Carcia

Cinzia Carcia

.

Link a Lady Kitchen