Categorie
tendenze

Lvmh compra Cova, storica pasticceria di Milano: colpo di scena

MILANO – Dopo Bulgari il colosso del lusso francese Lvmh (Louis Vuitton Moët Hennessy S.A.) ha acquistato Cova, storica pasticceria di Milano. Fallita la trattativa con un altro gigante della moda, l’italiano Prada. 

La holding di Bernard Arnault si è aggiudicata la partecipazione di maggioranza nel capitale sociale, in cui restano comunque il titolare Mario Faccioli e le figlie Paola e Daniela.L’intenzione, ha scritto Lvmh, è di “preservare questa vera e propria istituzione della storia milanese, mantenendo negli attuali spazi la Pasticceria di Via Monte Napoleone, e di sostenere con forza il suo sviluppo a livello internazionale”.

Cova venne fondata nel 1817 da Antonio Cova, soldato di Napoleone che aveva iniziato come pasticcere in Galleria De Cristoforis. La locazione storica era di fianco al Teatro alla Scala, ma dopo essere stata colpita dai bombardamenti alleati nel 1943, come il vicino Teatro dell’opera, nel 1950 venne trasferita in via Monte Napoleone, nel cuore del quadrilatero della moda.

 

1 risposta su “Lvmh compra Cova, storica pasticceria di Milano: colpo di scena”

In Italia si vendono agli stranieri note e famose aziende storiche dal cioccolato ,alla meccanica tessuti ecc. In pratica gli stranieri si tolgono in codesto semplice modo l’Italia produttiva e famosa concorrenziale dai piedi !E possono comandare poi nell’Italia stessa con tanti modi di ricatto ecc.
Chissà perché non viene fatta stessa cosa per noti partiti politici italiani con altrettanto noti politici mezzosecolari presenti ..che hanno portato nell’insieme alla crisi attuale l’Italia che va sempre più peggiorando, non hanno neppure risolto il vero primo problema degli Italiani ovvero la disoccupazione di ogni età che si moltiplica ogni giorno Credo proprio che i mantenuti a vita con discendenze di casta nessuno li vorrebbe ! Neppure se fossero regalati.. !!!A meno che non ci siano Nazioni interessate alla NON onestà italiana presente ed attiva non solo nella politica ma anche in più uffici comunali, enti pubblici ecc. dal nord al sud d’Italia.. ed a vivere come in Italia cioè a scapito degli onesti con mazzette , ruberie,spreco di denaro pubblico ecc. la vergogna Italia cioè la NON onestà sempre presente è ultra conosciuta nel mondo intero !
Morando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.