Categorie
Salute

Tumori, un italiano su due sopravvive. Soprattutto se è donna

ROMA – Tumori, oltre la metà degli italiani se la fa. La sopravvivenza a cinque anni alla diagnosi è del 57% per gli uomini e del 63% per le donne, ben più di uno su due. Nel nostro Paese sono 2,8 milioni le persone che hanno o hanno avuto un cancro. Un numero in costante crescita: nel 1993 erano 1,5 milioni, e 2,25 nel 2006.

Secondo le cifre fornite dall’Aiom (Associazione italiana oncologia medica) e dall’Airtum (Associazione italiana registri tumori), per il 2013 sono previste 366mila nuove diagnosi di cancro (erano 364mila nel 2012), soprattutto tra gli uomini: il 55%, contro il 45%  tra le donne.

Se si escludono i tumori della cute, quello più frequente è al colon-retto, con quasi  55mila nuove diagnosi, seguito da quello al seno (48mila), al polmone (38mila, di cui il 30% donne), e alla prostata (36mila). Il più letale per gli uomini è il cancro al polmone, con 34mila i decessi stimati. Per le donne il peggiore è quello al seno. Il tumore al pancreas, con il 6% dei decessi, rientra tra le prime cinque cause di morte oncologiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.