Test dell’Hiv, presto potrebbe bastare uno “smartphone”

LONDRA – Diagnosticare l’infezione all’Hiv quando è ancora ai primi stadi, e in pochi minuti: potrebbe essere presto possibile grazie ad un nuovo dispositivo in studio allo University College di Londra, finanziato dal National Institute for Health Research  (NIHR) Invention for Innovation (i4i) Programme.

Il dispositivo è simile ad uno smartphone con sensori a basso costo, chiamati sensori di onde acustiche superficiali, e permetterà di fare il test dell’Hiv senza andare in ospedale, ma semplicemente in farmacia. Per i risultati, poi, non si dovrà attendere il tempo che si attende adesso, ma sarà quasi immediato.

Questo nuovo dispositivo potrà essere usato anche dagli operatori sanitari nei Paesi in via di sviluppo, per i quali è importante fare test semplici e con poco tempo di attesa per i risultati.

 

 

Potrebbero interessarti anche...