Infezioni da cibo: nell’Ue sono in calo, ma ancora numero elevato