Asma, sintomi dimezzati con dieta sana e sport

Asma, sintomi dimezzati con dieta sana e sport 3 volte a settimana

Mangiare sano e fare esercizio fisico tre volte alla settimana riduce i sintomi dell‘asma in due soli mesi. E’ la scoperta di uno studio condotto in Danimarca, presso l’ospedale universitario di Bispebjerg, a Copenaghen.

I ricercatori hanno analizzato lo stile di vita di 125 pazienti di asma, che sono stati seguiti per otto settimane. Alla fine del periodo di studio coloro che avevano fatto attività fisica tre volte alla settimana e avevano seguito una alimentazione con un basso indice glicemico e ricca di proteine, frutta e verdura avevano visto ridurre i sintomi dell’asma del 50 per cento, cosa che invece non si era verificata nei pazienti del gruppo di controllo.

In coloro che invece avevano solo o fatto attività fisica o seguito una dieta sana, i sintomi si riducevano del 30 per cento, spiega il Daily Mail.

La dottoressa Louise Toennesen, principale autrice dello studio, ha commentato: “Ci sono sempre maggiori evidenze scientifiche del fatto che i pazienti che soffrono di asma e sono obesi possono trarre beneficio da una dieta migliore e dall’attività fisica. Noi volevamo vedere se anche chi non è obeso può avere beneficio da questo stile di vita sano. E il nostro studio suggerisce che i pazienti asmatici non obesi possono sottoporsi anche ad esercizi fisici intensi senza rischi. Inoltre uno stile di vita che prevede sport e dieta sana aiuta a tenere sotto controllo i sintomi dell’asma e ad avere una migliore qualità della vita. Questi risultati, sottolinea la dottoressa Toennesen, sono importati perché sappiamo che non tutti i pazienti hanno controllo sui loro sintomi e spesso hanno una scarsa qualità della vita”.

I risultati di questo studio rendono chiaro che le persone che soffrono di asma possono migliorare la propria condizione attraverso uno stile di vita sano e una alimentazione con un basso indice glicemico, che rende il metabolismo ben bilanciato.

 

 

Potrebbero interessarti anche...