A 40 anni vi sentite brutte? E’ la sindrome di mezza età

ROMA – Avete passato i 40 anni, e quando vi guardate allo specchio non fate che trovarvi difetti? Soffrite della sindrome da mezza età. Secondo uno studio pubblicato dal Daily Mail, le donne che hanno superato i 40 o i 50 allo specchio si trovano molti più difetti di quando erano giovani, addirittura di quando erano adolescenti (un periodo in cui il rapporto con il proprio corpo non è certo al meglio). Per l’esattezza le donne di mezza età si vedono quattro volte più brutte di quando erano delle teenager.

Tutto questo fa sì che il 90 per cento delle donne over 40 si deprime davanti ad uno specchio. Colpa, appunto, della sindrome da mezza età allo specchio. Appena il 9 per cento delle donne sopra i cinquant’anni è fiera del proprio aspetto fisico, mentre la percentuale di chi lo è tra le adolescenti è del 42 per cento.

Secondo la psicologa comportamentale Susan Quilliam “Le donne raggiungo il picco dell’efficienza mentale, emozionale e relazionale intorno ai 50 anni. Questo perché a quell’età hanno acquisito sicurezza in sé per quanto riguarda il campo lavorativo e familiare. Ma lo stesso discorso non vale per il rapporto e la fiducia verso il proprio corpo”.

Spiega ancora la dottoressa Quilliam: “Viviamo in un’epoca in cui la bellezza femminile corrisponde alla giovinezza, che è così diventata un’ossessione di questa società. Così una donna a 50 anni può sentirsi invisibile, o addirittura repellente”.

Il risultato è che tra le donna over 40 è molto alto il numero di coloro che ricorrono al chirurgo plastico. E i vestiti nelle vetrine non aiutano: sono per lo più adatti a giovani o giovanissime, non solo nei modelli e nei colori, ma anche nelle taglie. Un altro fattore che non aiuta certo a tirare su il morale…

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...