Meditare aiuta il cervello. E fa stare meglio

LOS ANGELES – Il riposo fa bene al cervello. E chi vi prende in giro se sognate ad occhi aperti sbaglia: anche quello fa bene. Sono tutte situazioni che migliorano il funzionamento cerebrale, e potenziano le capacità di memorizzazione e di interazione sociale.

Un team di psicologi e neurologi californiani ha studiato che cosa succede nel cervello quando riposiamo. E i risultati dimostrano che si tratta di momenti fondamentali per lo sviluppo.

Questo perché le parti del cervello dedite alle attività di introspezione e quelle invece che si occupano delle relazioni sociali sono interdipendenti: si tratta di due tipi di attenzione, uno verso l’interno e l’altro verso l’esterno, entrambi importanti. Ma le consuetudini moderne non aiutano a sviluppare la prima. Invece, sottolineano gli psicologi americani, sarebbe utile insegnare anche ai più piccoli l’importanza dell’introspezione.

Un buon rapporto con la propria interiorità, una buona capacità analitica “verso l’interno” aiuta a raggiungere il benessere emotivo, e permette di pianificare meglio il proprio futuro, pensando – e conoscendo – cioè che è meglio per noi.

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...