Depressione, la diagnosi arriva con un esame del sangue

Depressione, la diagnosi arriva con l'esame del sangue

ROMA – Vuoi sapere se soffri di depressione? Te lo dice l’esame del sangue. Il test si basa sulla ricerca nel plasma di nove molecole che in determinate concentrazioni indicano la presenza della patologia.

Il test è stato sviluppato da Eva Redei, della Northwestern University Feinberg School of Medicine, che ha selezionato un gruppo di molecole presenti in concentrazioni differenti e ben riconoscibili nel sangue delle persone che soffrono di depressione rispetto al sangue di persone che non ne soffrono.

Si tratta di nove molecole di Rna, una sostanza chimicamente molto simile al Dna che serve proprio a tradurre l’informazione genetica. Gli esperti hanno confrontato il sangue di 32 individui depressi e 32 soggetti non affetti da questa patologia. È emerso che questi 9 Rna sono in concentrazioni ben distinguibili nel plasma dei depressi.

I ricercatori hanno anche notato che questo insieme di concentrazioni ematiche delle nove sostanze si modifica se il paziente colpito da depressione si sottopone a psicoterapia e entra in remissione, cioè se la depressione scompare o si riduce, segno che il prelievo può essere usato anche per monitorare se le terapie usate sono efficaci.

Inoltre tre di queste nove molecole sono risultate in quantità alterate anche in individui che non hanno sintomi depressivi in atto ma che hanno avuto in passato episodi depressivi, segno che il test può anche essere utilizzato per individuare le persone a rischio di depressione.

 

 

Potrebbero interessarti anche...