Categorie
photogallery

Col naso all’insù per vedere il passaggio di Venere

ROMA – Mercoledì  6 giugno, pochi minuti dopo mezzanotte ora italiana, il pianeta Venere è entrato nel disco del Sole, è apparso come una sorta di neo in movimento ed è lentamente sfilato davanti alla nostra stella, compiendo il tragitto in circa 6 ore e 40 minuti.

Il fenomeno, detto “transito di Venere”, è dovuto al perfetto allineamento fra il Sole, Venere e la Terra. Poiché  le orbite dei due pianeti attorno alla nostra stella sono leggermente inclinate l’una rispetto all’altra, si tratta di un fenomeno estremamente raro: l’ultima volta che si è verificato risale al 2004, e per il prossimo sarà necessario attendere più di un secolo, fino all’11 dicembre del 2117.

Un’occasione unica e imperdibile, dunque. Così, dall’Asia agli Stati Uniti, in molti si sono messi gli occhiali per proteggere gli occhi dal sole e con la testa all’insù hanno osservato il fenomeno (foto Ansa e LaPresse):

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.