Pornostar bocciano 50 sfumature di grigio. "È scontato" VIDEO

Pornostar bocciano 50 sfumature di grigio. “È scontato” VIDEO

19 Febbraio 2015 - di Silvia

ROMA – Pornostar bocciano 50 sfumature di grigio. “È scontato”. Mercedes Carrera, Nadia Styles e Nina Elle, 3 professioniste del settore, spiegano i motivi per cui nella pellicola diretto da Sam Taylor-Johnson, ispirata all’omonimo romanzo della scrittrice inglese E. L. James. Ma vediamo nel dettaglio cosa non va del film.

1 – È scontato. Il solito cliché del maschio dominante e della donna sottomessa. Inoltre, la trama è noiosa.
2 – È costoso . Perché spendere 15 dollari per andare al cinema e vedere scene di sesso simulato quando hai a disposizione centinaia di siti porno gratuiti?
3 – È scritto male.
4 – «Where’s the dick?/Dov’è il ca**o?» Siamo nel 2015 ed è ancora un problema mostrare il pene in un film erotico. Se volete vedere del vero sesso guardatevi un porno.
5 – L’appello delle tre ragazze. Il quinto punto è più una richiesta, ovvero quella di andare al cinema per sostenere film indipendenti piuttosto che vedere una boiata colossale come 50 sfumature di grigio.