Categorie
photogallery

Monumenti e piazze di Roma sotto la neve

ROMA – A Roma, tra venerdì 10 e sabato 11 è caduta nuovamente la neve. La galleria di foto visibile a seguire e realizzata da LaPresse, mostra alcune piazza storiche ed alcuni monumenti di Roma avvolti dalla magia della neve.

Intanto, il sindaco Alemanno, in un video postato sul suo blog Duepuntozero, domenica 13 ha tirato le somme su come la gestione sia stata gestita e su quello che ci aspetta per i prossimi giorni. “Tra stasera e domani mattina ci sarà l’ultima fase dell’emergenza neve. Dobbiamo stare molto attenti, dipende da noi istituzioni e da voi cittadini se Roma domani ripartirà con il piede giusto”.

“Ci sono ancora delle previsioni incerte – aggiunge il primo cittadino della capitale – ci sono interpretazioni in qualche modo confuse. Si parla di pioggia verso le 19 di stasera, nella notte potrebbero esserci di nuovo delle precipitazioni nevose e domani mattina rischia di esserci un gelo molto forte, un abbassamento fortissimo della temperatura, un rischio ghiaccio diffuso in tutta la città”.

“Noi come istituzioni – spiega Alemanno – abbiamo dato delle ordinanze precise: le scuole saranno aperte, gli uffici pubblici – lo ha deciso il prefetto – saranno aperti. Raccomandiamo, non più ordiniamo, le catene a bordo. Rimane vietato l’uso dei ciclomotori, delle minicar. Abbiamo fatto in modo che il trasporto pubblico locale venga garantito in tutte le 79 vie che rientrano nel piano neve. In più, nel corso della mattinata cominceremo a riattivare tutte le altre linee che saranno libere dal ghiaccio quindi teniamoci in contatto, seguite il sito internet dell’Atac per sapere quali sono le linee che sono effettivamente rimesse in circolazione”. La Ztl è stata riaperta, ma Alemanno invita a “non abusarne”, mentre i taxi, considerando anche la non obbligatorietà delle catene “dovrebbero circolare tutti”.

“In merito al riscaldamento degli edifici – afferma il sindaco di Roma – è stata prorogata di una settimana la possibilità di riscaldare gli edifici privati per 16 ore mentre da stasera alle 23 cominceremo il riscaldamento di tutte le scuole in maniera tale da poter accogliere i nostri bambini in scuole riscaldate”. “Queste misure – conclude Alemanno nel video – si devono integrare con una grande attenzione da parte vostra: bisogna fare in modo che quando si esce di casa, quando ci si muove per le strade, si tengano gli occhi aperti, perché il rischio ghiaccio è un rischio molto più insidioso, meno visibile ma più insidioso della neve. Attenzione perché da domani Roma riparte e deve ripartire bene”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.