Categorie
moda

Da YSL a Hermès, il ritorno di Vogue ’80 in passerella

Le sfilate per l’inverno 2012/2013 ci hanno confermato che, ormai, vi è una graduale e sistematica scomparsa dello “stile dominante” e che in ogni stagione convivono varie tendenze.

Ci sono, comunque, dei sottili “fil rouge” che si ritrovano ogni stagione nelle varie collezioni e, per queste ultime sfilate, uno è sicuramente il cambio della silhouette. Se fino ad ora le linee anni ’50 e ’60, sapientemente ricreate e studiate, predominavano le passerelle, ora, è ormai chiaro,  le  collezioni stanno virando verso gli anni ’70 ed ’80.

Innanzitutto la linea della spalla sta cambiando a favore di una linea dritta e larga. Osservando le ultime creazioni di Stefano Pilati per YSL è facile collegarle a quelle fotografate da Helmut Newton  per Vogue Francia negli anni ’80, e che ora possono essere ammirate nella mostra al Grand Palais di Parigi.

Ancora, la collezione di Christophe Lemaire per Hermès ricorda inconfutabilmente Brigitte Fossey nel film La Boum (Il tempo delle mele-1980).

Non da meno la collezione di Balenciaga, è di chiara ispirazione anni ’80: spalle squadrate, un po’ come quelle indossate da Melanie Griffith nel 1987  nel film “Una donna in carriera” .

E uno dei capi “must-have” per la prossima stagione sarà indubbiamente la blusa, con maniche ampie e dritte, corte come quelle di YSL o lunghe come ha proposto Balenciaga. 

YSL a/i 2012

Ritorno anni 80 passerella 01

Helmut Newton per Vogue, 1981

Ritorno anni 80 passerella 08

Helmut Newton per Vogue, 1998

Ritorno anni 80 passerella 07

Hermès

Ritorno anni 80 passerella 04

Brigitte Fossey nel film “La Boum”, 1980

Ritorno anni 80 passerella 06

Balenciaga

Ritorno anni 80 passerella 02

Melanie Griffith nel film “Una donna in carriera”, 1987

Ritorno anni 80 passerella 10

Haider Ackermann 

Ritorno anni 80 passerella 03

Sasha Pivovarova su Vogue Paris, Giugno/Luglio 2011

Ritorno anni 80 passerella 09

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.