Categorie
moda

New York Fashion Week: Jason Wu si ispira a “50 sfumature di Grigio”

ROMA – Sembra che il fortunato libro abbia conquistato non solo le donne di tutto il mondo ma anche il mondo della moda, tanto che durante la NEW York Fashion Week sono stati viste in passerella moltissime creazione che sanno di… “50 sfumature di grigio”. Jason Wu per esempio, lo stilista che nel gennaio 2009 vestì Michelle Obama per il gran ballo dell’insediamento, ha esplorato il suo lato ‘kinky’ prendendo a musa l’erotismo a sfondo sado-maso del leggendario fotografo Helmut Newton.

Abiti in pelle nera e aderenti e reggiseni vedo non vedo (ma più vedo) hanno sfilato sulle passerelle di Jason Wu, lo stilista taiwanese di appena 29 anni che in maniera inedita in questa stagione ha deciso di indagare sul suo lato ‘dark’ forse temendo di essere incasellato troppo rigidamente nella categoria di ‘bravo ragazzo’ della moda.

Spazio anche per Lacoste, che si prepara a festeggiare gli ottant’anni del marchio con una presenza in 114 paesi del mondo e un giro di affari nel 2011 di 1,6 miliardi di euro. È scesa in passerella con mini abitini-polo di nappa bianca su cui i coccodrilli sono stampati a rilievo. Felipe Oliveira Baptista, il 35enne stilista portoghese nominato nel 2010 direttore creativo, ha studiato gli archivi della maison risalenti agli anni ’80 ed e’ lì che ha trovato l’ispirazione per i suoi blocchi di colore asimmetrici applicati su t-shirt oversize.

Linee fluide, un lusso all’insegna della funzionalità come nell’omaggio ironico alla tuta da jogging, capo cruciale dello sportswear nel decennio che ha imposto per l’appunto il jogging come tassello essenziale per tenersi in forma. Grandi aperture di negozi, in un segnale che la moda è sempre più determinata a sfidare la crisi: dopo quello del duo Proenza Schouler (Jack McCollough e Lazaro Hernandez), il 7 settembre é stata la volta della nuova flagship Emporio Armani su Madison Avenue, tenuta a battesimo da Roberta Armani con il cantante Ricky Martin e la ‘medaglia d’oro per il nuoto a Londra Ryan Lochte. Lochte, onnipresente come il prezzemolo a queste sfilate, sta per debuttare come stilista: “Penso soprattutto a una linea semplice e pulita”, ha risposto a chi gli chiedeva se Armani o Ralph Lauren fossero la sua ispirazione.

 

Fonte: FashionMag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.