Milano Fashion Week: “blitz” di Greenpeace che sfila in… verticale

Greenpeace alla Milan Fashion week

MILANO – Si apre in modo singolare la nuova edizione della Milano Fashion Week, con Greenpeace che ha deciso di ‘sfilare’ con una kermesse ‘verticale’ sui muri del Castello Sforzesco.

Questa mattina, infatti, alcuni attivisti hanno fatto irruzione all’interno del castello salendo su una torre dalla quale hanno srotolato uno striscione, una sorta di ‘green carpet’, lungo 13 metri, sul quale era raffigurato il guanto di sfida lanciato dalla campagna ‘Fashion Duel’ al mondo della moda.

Dalla torre una modella-climber ha dato vita a quella che è stata la prima sfilata verticale, con tanto di look vagamente modaiolo. “Abbiamo pensato di sfidare la moda, nella giornata inaugurale delle sfilate milanesi – ha spiegato Chiara Campione responsabile della campagna di Greenpeace – con una passerella che sarebbe una sfida per chiunque”.

“Con ‘Fashion Duel’ – ha aggiunto – chiediamo alle maggiori griffe di impegnarsi nell’unica vera tendenza che rispetta il pianeta. Una moda non contaminata da deforestazione e sostanze tossiche”. Al termine della manifestazione i carabinieri hanno fermato e portato in caserma, per identificarli, cinque attivisti di Greenpeace, tra i quali anche la ‘modella’ che ha sfilato in verticale dalla torre del castello. Una ‘sfilata’ precisano dall’organizzazione “che si è svolta in tutta sicurezza. La nostra attivista era imbragata a regola d’arte – precisano – tant’è che i Vigili del fuoco non hanno ritenuto di dover intervenire”.

Fonte: Adnkronos

Potrebbero interessarti anche...