Alla moda piace “curvy”: anche Mango pensa ad una linea per taglie morbide

Mango

ROMA – Il settore della moda lo ha iniziato a capire già da qualche anno: le taglie morbide (o meglio, la magrezza non estrema) non è una malattia da debellare, piuttosto è un settore da fortificare. Anche il “fast fashion” comincia a guardare con scrupolo le taglie cosiddette “morbide”, e il primo colosso mondiale che potrebbe lanciarsi in questo segmento strategico sembrerebbe possa essere Mango.

Secondo alcune voci riportate dalla stampa spagnola, il gruppo che stima di chiudere l’ultimo esercizio a quota 1,7 miliardi di euro di ricavi nel 2012 (+22%) starebbe studiando l’ingresso nel mondo delle linee comode attraverso il lancio nel 2014 di una catena di negozi ad hoc e con una insegna indipendente dall’etichetta Mango.

Ancora non si conoscono i dettagli del progetto ma il nome più accreditato per la rete di punti vendita dedicati, per la quale avrebbe già iniziato la ricerca dei nuovi locali per la catena, potrebbe essere Violeta.

A proposito di novità dal punto di vista retail, proprio nei giorni scorsi Mango avrebbe aperto i negoziati con la catena iberica di negozi di abbigliamento low cost Blanco alla ricerca di un investitore per consentire il futuro dell’insegna. Blanco conta oltre 200 punti vendita in 15 paesi al mondo.

Il lancio del progetto curvy è l’ultimo di una serie di novità messe in campo dal retailer fast fashion per diversificare l’offerta. Nel corso dell’anno è previsto il debutto nel segmento childrenswear con la label Mango kids, nello sportswear e underwear con Mango sport & intimates e infine nell’occhialeria. Fissato per il 2014, invece, l’esordio dell’azienda nel mondo teenager con la nuova etichetta Mango young.

 

Fonte: Pambianco

Potrebbero interessarti anche...