Categorie
moda

Lena Dunham lancia la sua prima collezione di moda

Debutta in rete la prima collezione di moda di Lena Dunham, attrice, regista, attivista e quindi ora anche fashion designer. La collezione di moda, di cui Lena Dunham è ideatrice, testimonial e modella, è promossa in collaborazione con 11 Honoré, sito di e-commerce per donne di tutte le taglie. La nuova linea di moda di Lena Dunham è composta di 5 pezzi facili ed evergreen da indossare, realizzati con la direttrice del design Danielle Williams Eke su stampe originali ispirati dall’opera di Carroll Dunham, il padre della neo-stilista.

“Ho abbandonato l’idea di essere la persona che ha qualcosa da dire a tutti”, ha detto l’attrice-regista-sceneggiatrice al New York Times. “L’unica cosa che faccio ora è parlare della mia esperienza”. Esperienza che include anni di rapporto complicato con il corpo e di diete yo-yo a causa di ricorrenti problemi medici e emotivi.

Oggi però la Dunham, che a 23 anni è diventata famosa con la serie tv Girls, ha deciso di dichiarare una tregua, pur continuando ad avere riserve con la terminologia legata al movimento “body positivy“.

“Vogliamo tutte avere curve come Kim Kardashian. Io però ho la pancia, una pancia come quella di un vecchio. E’ lì che ingrasso e non è dove la gente vuole vedere la ciccia”.

Per 11 Honoré, il cui obiettivo è convincere stilisti di serie A a lavorare con tutte le taglie, quello con Lena è il primo esempio di collaborazione con una celebrità.

“E’ stata prima una amica, poi una cliente e ora lavora con noi. E’ autenticamente con noi in tutto quello che crediamo”, ha dichiarato Patrick Herning, fondatore e Ceo del sito di e-tail.

Lena Dunham, da tempo pensa a una linea di moda

L’idea di Lena Dunham di voler lanciare una linea di moda non è nuova. E’ da tempo che l’attrice aveva idee, ma non le infrastrutture. Che ora 11 Honoré le ha messo a disposizione.

I cinque pezzi facili – un abito, un completo giacca e minigonna, una maglietta e una camicia in taglie tra 12 e 26 – sono “adatti per un giorno a spasso per Soho facendo ogni tipo di cosa”. Sull’esempio di donne come Cindy Sherman e Kiki Smith, che negli anni ’90 marciavano in camicie da uomo e gonne Yohji Yamamoto, coi capelli in disordine “perché avevano altro che girava loro nella testa”.