Gravidanza, aspetti un bimbo e hai un cane? Ecco cosa fare

Gravidanza, aspetti un bimbo e hai un cane? Ecco cosa fare

ROMA – Aspetti un bambino e hai un cane in casa? Niente panico. Basta seguire poche regole per evitare qualunque problema. E far crescere il proprio figlio persino più sano di chi non ha un cane (clicca qui per leggere lo studio che lo dimostra). 

Il primo consiglio degli esperti, spiega Cristina Insalaco sulla Stampa, è di andare da un veterinario dai sei ai due mesi prima del parto, per controllare che il cane stia bene. Poi bisogna educarlo in modo che non salga sul letto del bimbo.  “Se il cane è timido o diffidente, spiega il veterinario Francesco Cena, è bene portare in casa con anticipo gli oggetti più ingombranti, come il lettino e passeggino”.

I veterinari consigliano anche di usare i feromoni: messi nell’appartamento, creano nel cane un senso di appagamento che lo rende tranquillo. Così sarà più calmo quando il bimbo arriverà in casa.  Un altro modo per farlo familiarizzare con il nuovo arrivato consiste nel fargli annusare le tutine del piccolo.

Un momento importante è quando il bimbo entra in casa. Spiega Diego Rendini, comportamentalista:

“Una buona soluzione può essere quella che il papà entri in casa con il bimbo in braccio, e la mamma saluti e faccia le coccole al cane . Dopodiché coinvolgetelo nelle ritualità e non isolatelo nei momenti della pappa, cambio pannolino o allattamento”.

 

Potrebbero interessarti anche...