Categorie
maternità

La ginnastica in gravidanza aiuta lo sviluppo del cervello del bimbo

MONTREAL –  Fare attività fisica anche durante la gravidanza favorisce  lo sviluppo del cervello del bebè. E bastano 20 minuti di ginnastica tre volte alla settimana per rendere il neonato più maturo e reattivo agli stimoli sin dai primi giorni di vita, con un impatto potenziale sulla vita futura del bambino. Lo rivela una ricerca presentata al congresso Neuroscience 2013 di San Diego e condotta dall’Università di Montreal.

I ricercatori hanno  diviso in due gruppi un campione di gestanti al secondo trimestre di gravidanza. Un gruppo doveva fare un po’ di sport (20 minuti per tre giorni a settimana), l’altro invece no (gruppo di gestanti sedentarie). A pochi giorni dalla nascita è stata misurata la reattività cerebrale dei bebè nel sonno in risposta a certi stimoli di tipo sonoro, usando un elettroencefalogramma con elettrodi morbidi. E’ emerso che i figli delle mamme attive fisicamente in gravidanza mostravano un’attività neurale più ”matura”, segno che il loro cervello si era sviluppato più rapidamente.

Si tratta del primo studio di questo tipo in cui si confronta lo sviluppo e la reattività cerebrale di neonati le cui mamme sono state fisicamente attive in gravidanza con quelli di neonati le cui mamme sono state sedentarie. Adesso gli studiosi proseguiranno lo studio per andare a verificare se lo sport in gravidanza ha un impatto duraturo sul cervello del bebè con influssi sullo sviluppo linguistico, cognitivo e motorio visibili nei primi anni di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.