life style

Strategie di Green Marketing per un’azienda sostenibile

Strategie di Green Marketing per un’azienda sostenibile

Rendere un’azienda più sostenibile ed ecocompatibile non è una missione irrealizzabile, basta cambiare qualche abitudine nociva e adottare modelli di business più green. Negli ultimi anni, d’altronde, tanto le piccole e medie imprese quanto le multinazionali hanno iniziato ad indirizzare il proprio modello di crescita aziendale verso linee più attente all’impatto ambientale.

Dare priorità all’implementazione di strategie che tengano conto della Responsabilità Sociale d’Impresa, oltre che all’adozione di materiali e tessuti bio ed ecologici, come ad esempio le shopper personalizzate, è diventato indispensabile per ridurre i consumi e gli sprechi interni.

Non si tratta solo di un modo per attrarre nuovi clienti, ma anche di una valida tecnica per migliorare la propria immagine aziendale e differenziarsi dalla concorrenza. Ecco perché scegliere la giusta strategia di Green Marketing è fondamentale per rendere un’azienda più sostenibile.

Tra cambi di abitudini interne, la raccolta differenziata e l’uso di shopper e gadget green, ci sono molteplici aspetti da conoscere per implementare correttamente una strategia di Green Marketing. Perciò ecco di seguito alcuni utili consigli!

Rendere un’azienda più sostenibile: da dove iniziare

Non basta fare presentazioni con sfondi verdi, partecipare a seminari ed incontri sulla sostenibilità ambientale ed economica per rendere un’azienda più responsabile e green. Bisogna passare dalle parole ai fatti!

Per questo, il coinvolgimento e la partecipazione attiva del personale ad eventi informativi sulla transizione green va associato necessariamente all’adozione di nuove buone pratiche, ovvero optare per abitudini lavorative più etiche e rispettose dell’ambiente.

Vediamo insieme quali soluzioni si possono adottare per rendere la propria azienda più sostenibile.

Optare per un approccio paperless

Il primo comportamento da correggere in azienda è ridurre o azzerare il consumo di carta e simili.

Il riciclo è importante, ma non è meglio optare per un approccio paperless? Ad oggi, infatti, in ufficio e non solo, i computer sono diventati uno strumento di lavoro indispensabile. 

Con i sistemi di calcolo veloce, le lavagne digitali, la connessione internet e i database online, è possibile elaborare e conservare i documenti sul pc, invece che intasare gli scaffali con fogli scritti.

Se, invece, la carta è indispensabile, è comunque da preferire l’acquisto di materiali ecologici e riciclati.

Incentivare l’utilizzo di materiali riciclabili

La plastica monouso è un altro grave problema per l’ambiente e non solo. Presente in quantità enormi negli uffici aziendali, tra bicchieri, posate, piatti, contenitori, cartelle e accessori, è preferibile usare materiali alternativi.

Una buona abitudine da inserire in azienda può essere senza dubbio l’incentivo ad utilizzare borracce e contenitori riciclabili, portapranzo e shopper riciclabili e personalizzate da regalare allo staff, oppure ancora inserire distributori d’acqua e fontanelle dove i dipendenti possono riempire i loro termus.

Ridurre il consumo energetico

Allo stesso tempo è consigliabile ridurre il consumo energetico in azienda e, soprattutto, adottare misure che contribuiscono ad abbassare le emissioni di CO2.

Ad esempio, è possibile optare per luci a led e lampadine alogene, mettere in stand by i pc quando si va in pausa, oltre che limitare le dispersioni di calore, ed incentivare l’uso di mezzi pubblici per recarsi a lavoro o il car sharing tra dipendenti.

Shopper, imballaggi e gadget riciclabili per rendere l’azienda più Green

Indipendentemente dall’ambito in cui è attiva l’azienda, il packaging è uno dei passaggi fondamentali per implementare una strategia di Green Marketing efficace e funzionale.

Difatti, l’uso di imballaggi come le carte regalo o i pacchi in plastica monouso è un’abitudine che richiede un alto consumo energetico, oltre che l’uso di materiali che difficilmente vengono riciclati, bensì finiscono nelle discariche o in mare e danneggiano l’ecosistema locale.

Correggere questo meccanismo adottando soluzioni alternative ecologiche, come per esempio dei packaging in cotone, in juta, canapa o l’uso di shopper, laddove è possibile, è sicuramente un metodo sostenibile e molto efficace.

Incentivare e diffondere all’interno dell’azienda l’uso di shopper riciclabili è un’ottima idea, poiché si tratta di gadget lavabili e riutilizzabili, interamente realizzati con materiali naturali.

Le shopper, oltretutto, sono personalizzabili, perciò è possibile inserire il logo aziendale e regalare queste utilissime bag ai propri dipendenti e clienti, in modo che possano anche diventare degli agenti di marketing, comunicando indirettamente la sensibilità e l’attenzione prestata dall’azienda alle tematiche di natura ambientale e sociale. Di cotone, in juta, in tela, con le maniche lunghe, con tasche interne o esterne, colorate o con chiusure termosaldate, ormai ci sono infinite tipologie tra cui scegliere.

Altri gadget green

Infine, ci sono anche altri gadget green che è possibile utilizzare per rendere la propria azienda sempre più sostenibile. Ad esempio, l’uso di agende e taccuini realizzati con carta riciclata, tazze e borracce con logo aziendale, zaini e porta pc riciclabili o ancora portapenne personalizzate.

Oggi, infatti, sono moltissime le aziende che propongono articoli di merchandising ecologico. L’obiettivo di diventare più consapevoli e attenti al proprio impatto ambientale è diventato un trend condiviso da tantissime imprese. 

Tra fibre di bambù, legno, bucce di caffè, poliestere termoplastico di origine naturale o ancora plastica riciclata, ormai i materiali degli articoli promozionali attenti al tema della sostenibilità sono davvero tantissimi.

Usare gadget ecologici nella propria azienda, poi, è una mossa vincente non solo dal punto di vista del Green Marketing e della Responsabilità Sociale d’Impresa. Ma anche per migliorare la propria immagine aziendale e mostrare la sensibilità ai temi ambientali, differenziandosi così dalla concorrenza.

E allora, cosa aspetti? Comincia ad ascoltare le esigenze ambientali ed opta per un approccio aziendale più green!