Categorie
life style

Michael Kors compra Jimmy Choo

ROMA – Michael Kors compra Jimmy Choo. Prima la notizia, ad aprile scorso, che Jimmy Choo cercava acquirenti. Poi, il colpaccio americano: Michael Kors acquista la britannica casa di moda e le scarpe di Jimmy Choo volano oltreoceano. La notizia, di quelle bomba, è di poco fa ed è stata lanciata da Bloomberg: Michael Kors compra per 1,2 milioni di dollari Jimmi Choo. La casa di moda con sede a New York pagherà 230 pence per ciascuna azione di Jimmy Choo, con un premio dei 18% rispetto alla chiusura del prezzo di ieri. Jimmi Choo è già stata comprata tre volte da società di private equity, prima di passare a Jab Holding, un veicolo finanziario della famiglia Reimann, per oltre 500 milioni di sterline nel 2011. Le azioni di Jimmi Choo segnano un rialzo del 17% a 228 sterline.

Jimmy Choo, la strabiliante storia del marchio: Tutto ha inizio con Tamara Mellon che nel 1996 ha fondato, in partnership con l’artigiano di scarpe Jimmy Choo, l’omonima azienda di calzature divenuta famosa in tutto il mondo. Per Tamara l’avventura nel campo delle calzature è iniziata mentre lavorava per Vogue come responsabile della sezione accessori. A quel tempo non vi erano in circolazione scarpe che le piacessero davvero. Detto fatto, Tamara decide di disegnare lei stessa i modelli che le sarebbe piaciuto indossare e farseli realizzare da un artigiano. Il nome? Ovviamente, Jimmy Choo. Grazie a un prestito chiesto a suo padre, nel lontano 1996 Tamara decide di fondare insieme all’artigiano la Jimmy Choo, azienda che diventerà poi famosa in tutto il mondo.

Già all’epoca, Tamara mise in moto una rivoluzione: indossare le proprie scarpe alla cerimonia degli Oscar. Nessuno prima di lei aveva pensato di utilizzare la passerella più famosa al mondo per promuovere i propri prodotti.

Ora, Jimmy Choo passa a Michael Kors ed è pronta a fare il grande salto dalla Gran Bretagna agli USA.