L’Istituto Comprensivo Karol Wojtyla di Roma il 3 dicembre apre le porte ai genitori

L’Istituto Comprensivo Karol Wojtyla di Roma il 3 dicembre apre le porte ai genitori

Roma-  Genitori invitati anche quest’anno a conoscere la scuola dei figli nella giornata a porte aperte dell’Istituto Comprensivo Karol Wojtyla: lunedì 3 dicembre dalle 9 alle 13  potranno assistere alle attività educative- didattiche che si svolgeranno in classe, a dimostrazioni di attività sportive,  a lezioni nei laboratori di linguistica e potranno visitare locali e laboratori dove i loro ragazzi trascorrono le loro giornate scolastiche.

L’istituto Comprensivo Karol Wojtyla è formato da tre ordini: Scuola dell’infanzia, Scuola Primaria e Scuola Secondaria di Primo Grado “G. Borghi”. La scuola dell’ Infanzia concorre a promuovere la formazione integrale dei bambini dai due anni e mezzo ai sei anni di età, nella prospettiva della formazione di soggetti liberi, responsabili, attivamente partecipi alla vita della comunità locale. La scuola dell’infanzia comprende tre plessi: il Borghi, il Valle Muricana, la Farfalla.

La Scuola Primaria, oltre a proseguire il suo iter didattico-educativo iniziato alla scuola dell’infanzia, si propone il compito di realizzare un percorso atto a promuovere  sani principi morali e sociali che aiutino gli alunni ad avere un rapporto equilibrato e positivo con l’ambiente e con gli altri, maturando progressivamente le proprie capacità di autonomia, di azione, di relazioni umane, di progettazione e di verifica.

La scuola ormai da anni ha messo in atto  un progetto educativo qualificato, attento alle esigenze ed alle problematiche degli alunni, aperto al territorio e alla collaborazione attiva tra docenti e genitori.

Obiettivi principali della scuola sono: inclusione, innovazione, continuità, internazionalizzazione, miglioramento, lotta al bullismo. Per fare tutto questo al centro del sistema scolastico si pone l’alunno, protagonista principale del percorso di crescita culturale, educativa e formativa, per far emergere le potenzialità di ogni alunno e sviluppare le caratteristiche personali in situazioni di pari opportunità. La scuola promuove inoltre percorsi interculturali e interdisciplinari finalizzati allo sviluppo di abilità e competenze utili per la crescita degli alunni, valorizza i meriti e le attitudini individuali, contrasta la dispersione scolastica, favorisce i rapporti informativi e collaborativi con le famiglie e il territorio.

La scuola primaria è internamente dotata di molti laboratori: aule per la didattica dotate tutte di LIMampia palestra per l’attività motoria; sala di musicalaboratorio informatico con ADSL, collegamento ad internet, rete wireless; sala riunioni; biblioteca; ampio atrio polifunzionale; mensa, cortile esterno, scuolabus comunale. Si svolgono, tra le altre, attività come alfabetizzazione motoria, alfabetizzazione musicale, Clill, recupero, materia alternativa.

Infine , la Scuola Secondaria Primo Grado “G. Borghi”. Qui la didattica si svolge tra innovazione e tradizione. La scuola è ben organizzata e si articola su tre piani che comprendono laboratori ed aule. I laboratori sono vari: c’è quello di cucina, di lingue, di artistica, di scienze, d’informatica, e infine la biblioteca, Ci sono anche un’aula video, dove gli allievi possono vedere film e documentari in DVD, un’aula di musica che è attrezzata con strumenti musicali di ogni genere, con i quali gli studenti possono esercitarsi e inventare melodie.

Questo modo di fare musica è molto piacevole per i ragazzi ed è differente dallo studio tradizionale in classe. Però la lezione più divertente per gli alunni è quella che si svolge nello spazio teatro, posto all’entrata, dove si possono provare gli spettacoli e rappresentare peace teatrali. Un punto di forza della Scuola Media è la palestra, decisamente grande, che si affaccia su un spazio verde, che ospita un campetto da calcio a 5 in cui si svolgono tornei sportivi in orario curriculare e sport in orario extrascolastico come, ad esempio, pallamano, basket, pallacanestro, pallavolo, test di remergometro per canottaggio, e percorsi di vario genere. La scuola ha anche un laboratorio di arte e di cucina; quest’ultimo viene utilizzato per una didattica alternativa ed inclusiva per preparare dolci, salati, e anche oggetti di cera e di pasta di sale. Questi laboratori sono ben attrezzati e, soprattutto ben curati. Le aule sono poste ad ogni piano e ciascun docente svolge numerosi progetti, tra cui quello a classi aperte, Educhange, potenziamento, lettura del giornale in classe, recupero curricolare ed extra curricolare, Ket, tennis, bowling, tiro a segno, scherma, partecipazione a concorsi letterari, gare sportive ed altro ancora . Da due anni inoltre, la suola ha aderito alle “Avanguardie Educative” ed ha sposato l’idea delle classi laboratorio. Ogni docente ha la propria aula personalizzata e gli alunni si spostano da una classe all’altra. Insomma, esistono delle vere e proprie aule laboratorio dotate di LIM e Smart TV. La scuola è all’avanguardia in molti campi, non trascura le esigenze di tutti, come dimostra la cura nell’abbattimento delle barriere architettoniche e la possibilità di raggiungere tutti i piani con l’ascensore. Ciò che però viene considerato il fiore all’occhiello della secondaria di primo grado sono l’istituzione della sezione sportiva e un’attenzione all’arte teatrale ogni anno attira l’interesse di numerosi alunni.

Una giornata, l’open day dell’Istituto Comprensivo Karol Wojtyla, ricca di attività,  una scuola che segue il  motto “Accogliere, formare, orientare tra esperienza e innovazione.”

Potrebbero interessarti anche...