Categorie
cucina

Dalla Russia con … SAPORE! Dai pasti dei contadini alle lussuose tavole degli zar

(di Manuela Lantermino)

La settimana scorsa ho avuto il piacere di partecipare all’evento di presentazione del nuovo libro di Giulia Nekorkina, “Dalla Russia con … SAPORE!”, nel corso di una piacevole serata organizzata a Roma, presso Fil Restaurant, dall’Associazione cultura Russky Klub grazie alla sua fondatrice, la giornalista enogastronomica e life style Irina Raskina.

Durante la serata è stato proposto un aperitivo ispirato a ricette classiche quali insalata Olivier, crostino con aringa, involtino di verza, “caviale” di melanzane e “Kartoshka” (un delizioso dolce al cioccolato), il tutto preludio di una squisita cena basata su alcune ricette del libro magistralmente eseguite dallo Chef Paoloni. Sono stati serviti Julienne di funghi, Borsch, Torta di salmone e Mousse di fragole e semolino.

Julienne di funghi
Mousse di fragole e semolino

Devo ammetterlo, mi si è aperto un mondo, un nuovo orizzonte culinario quasi totalmente inesplorato e non solo da me.
Infatti in un’epoca come quella attuale, dove la globalizzazione ha avvicinato sempre più i popoli anche attraverso la cucina, quella russa resta forse una delle meno conosciute… almeno in Italia.

Da qui l’immenso valore di pubblicazioni come “Dalla Russia con … SAPORE!” dove Giulia Nekorkina parla non solo di ricette ma anche della vera storia della cucina russa attraverso racconti e aneddoti.

L’autrice accompagna il lettore a spasso per mercati e negozi, raccontando fiabe e leggende, lo conduce nelle cucine delle case per carpire i segreti delle nonne, ma soprattutto gli permette di mettersi ai fornelli e preparare un vero pranzo tradizionale russo.

Tutti conoscono l’insalata russa, la borsch, i bliny e il manzo alla Stroganov, ma pochi sanno che la cucina russa va ben oltre questi “evergreen”. Aringa in pelliccia, cotoletta di pollo alla Kiev, rasstegaj, cetrioli in salamoia, pelmeni e piroghi non avranno più segreti per i lettori.

128 ricette, dalle più semplici alle più elaborate, tutte condite con storie che faranno scoprire la ricchezza e la complessità della vera cucina russa.

Giulia racconta:

“Mille cose sognavo di fare da bambina, ma non ho mai pensato nemmeno lontanamente di scrivere i libri. E invece la vita! Questa storia è iniziata 15 anni fa. All’epoca andavo spesso a Mosca, a fare le lezioni di cucina italiana. Essendo appassionata di libri di cucina, giravo sempre per le librerie in cerca di qualche novità. Quello che trovavo all’epoca sulla cucina italiana, mi rattristava tanto: tante banalità e piatti inverosimili, come la pasta con i würstel o la pizza con il ketchup. Una volta mi sono arrabbiata così tanto che ho deciso di scrivere io il libro sulla cucina italiana. E’ stato pubblicato nel 2007, e da allora non mi sono più fermata. Il libro successivo trattava la cucina russa in versione finger food, ma era pubblicato sempre in Russia. Poi ho iniziato a scrivere i libri di cucina per una piccola casa editrice italiana, Morganti editori.

Il libro sulla cucina russa in lingua italiana era solo questione di tempo. Ho studiato tanto, facendo ricerche, sfogliando tanti libri, cercando dettagli che nessuno sapeva. Ho scoperto tante cose che nemmeno immaginavo, ed ero impaziente di farle conoscere ai miei amici italiani. Ma non volevo una raccolta di dati storici, e nemmeno un ricettario. Ho cercato di mettere insieme tutti gli elementi della cultura gastronomica russa, a partire dalla nascita del paese fino ai giorni nostri. È stato emozionante, rivivere la storia del mio paese da un punto di vista diverso, e mi auguro che questo libro sia apprezzato anche da voi”.

Giulia Nekorkina

Giulia Nekorkina si definisce moscovita di nascita, romana di adozione e la Rossa per gli amici. Vive in Italia dal 1994, immersa fin da subito nel mondo della ristorazione e dell’enogastronomia grazie al primo marito Alberto Zafrani, talentuoso chef e ristoratore di successo. Passando la gran parte del tempo tra i fornelli e il computer, nel 2007 Giulia debutta con il suo primo libro “Italia Golosa”, dedicato alla cucina italiana regionale e pubblicato in Russia, cui seguono “Fourchette à la Russe” e altri ancora. Nel 2008 apre il blog Rossa di Sera, dedicato alla cucina, vino e viaggi, si dedica all’attività di personal chef e si fa conoscere velocemente anche in Italia.

Ma Giulia non dimentica le sue origini, ed è ossessionata dalla voglia di far conoscere la cucina russa al pubblico italiano, un po’ diffidente, un po’ indifferente. Organizza le lezioni di cucina, studia la storia della cucina russa e finalmente decide di scrivere un libro, pieno di fatti storici e aneddoti, brevi racconti e curiosità, ricco di ricette della tradizione e di ricordi della sua infanzia.“Dalla Russia con … SAPORE” parla della storia gastronomica del paese, a partire dalla sua nascita, passando per i prodotti tradizionali e le scoperte casuali, i modesti pasti dei contadini e le lussuose tavolate degli zar, i piatti casalinghi della cucina sovietica e l’esuberante arte gastronomica contemporanea.


Il libro è disponibile su Amazon, sia in versione eBook  che  cartacea.