“Chef’s Table”, a tavola con i più grandi cuochi italiani

"Chef's Table", a tavola con i più grandi cuochi italiani

ROMA – Ammirare gli chef in prima fila mentre preparano i loro piatti, farli sedere al proprio tavolo e farsi svelare i segreti delle ricette: tutto questo è lo “chef’s table”, esperienza di gusto da vivere in un tavolo apparecchiato direttamente nella cucina dei grandi chef. Lo chef’s table è un’abitudine molto diffusa nei ristoranti americani più famosi, ma sta diffondendosi anche in Italia.

Oltre ai locali che offrono questo tipo di esperienza, ci sono anche quelli che consentono di ‘buttare uno sguardo’ al lavoro degli chef con ampie vetrate all’interno del ristorante che affacciano direttamente sulla cucina. E’ questo il caso, ad esempio, del ristorante di Carlo Cracco a Milano. Lo star chef per eccellenza si fa visibile anche all’interno della sua tana con un piccolo tavolo, detto le “table d’hôte”, che si affaccia come un acquario sul piano di lavoro dello chef e dei suoi collaboratori. Una visita in cucina alla fine del pasto è comunque garantita a tutti quelli che ne fanno richiesta.

Nel ristorante stellato Gourmet Il Mosaico Terme Manzi a Ischia, sono addirittura tre i tavoli riservati agli ospiti per quella che viene definita “un’eccezionale esperienza gourmet”. “Sono stato io a chiedere di inserire i tavoli – racconta lo chef Nino Di Costanzo, è stimolante dialogare con i clienti e soddisfare la loro curiosità, il fatto di essere stellati ha richiamato tanti stranieri. Ora abbiamo messo un tavolo anche in pasticceria”.

Potrebbero interessarti anche...