Jovanotti regala 15 quintali di crocchette al canile di Cortona

Jovanotti regala 15 quintali di crocchette al canile di Cortona

Jovanotti ha regalato 15 quintali di crocchette agli amici a 4 zampe del canile di Ossaia di Cortona (Arezzo). L’insolito regalo per gli animali ricoverati nella struttura cortonese è arrivato proprio dall’artista che ha voluto testimoniare così il proprio affetto per il canile donando il cibo. Il rifugio per animali di Ossaia serve i 5 comuni dell’area sanitaria della Valdichiana, ovvero Cortona, Castiglion Fiorentino, Lucignano, Marciano della Chiana e Foiano della Chiana. E’ una struttura per la quale l’artista cortonese molte volte si è mobilitato. In passato è stato anche testimonial diretto, posando per una foto con altri amici del canile per il calendario annuale che serve a raccogliere fondi.

Questo gesto di solidarietà arriva solo qualche giorno dopo che il popolare cantautore, a sorpresa, ha tenuto un concerto natalizio per i bimbi dell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Accompagnato dal chitarrista Riccardo Onori, l’artista ha fatto la sua comparsa, intorno alle 13,30 del 23 dicembre, nella ludoteca dove erano riuniti i bimbi e ha cantato per loro. Stupore, gioia e tanti applausi da parte dei piccoli ricoverati. Jovanotti, accompagnato da Enzo Brogi, consigliere del presidente della Toscana Enrico Rossi per i diritti, ha cantato alcuni dei suoi brani più celebri, tra cui ‘Bella’, ‘A te’, ‘Sabato’, ‘Penso positivo’. Il cantautore ha poi fatto visita al reparto di oncoematologia.

Simbolo del giovanilismo esasperato della fine degli anni ’80 e l’inizio dei ’90, Jovanotti – sempre in movimento, sempre attivo – è in realtà cresciuto in fretta, riuscendo nel tempo a rompere gli schemi, ad abbattere i pregiudizi del pubblico e dei critici dal palato più fine, e ad accreditarsi tra i cantautori più amati, con il suo Penso Positivo (1993) diventato slogan programmatico per più di una generazione.

 

 

Potrebbero interessarti anche...