Categorie
cronaca

In Galles mostra sull'uomo che sentì per primo le chiamate di soccorso del Titanic

Londra (Regno Unito) – Il museo Winding House di New Tredegar, in Galles, ha deciso di commemorare il centenario dell'affondamento del Titanic con un'esposizione dedicata alle memorie scritte da Arthur Moore, che sentì le chiamate di soccorso provenienti dalla nave su una radio da lui costruita prima che la notizia raggiungesse il Regno Unito. Emma Wilson, tra gli organizzatori del museo, ha spiegato che in mostra saranno esposte repliche di materiali recuperati dal Titanic e alcuni articoli scritti da Moore, morto nel 1949. La notte del 15 aprile 1912 Moore sentì un debole messaggio in codice Morse: "Richiesta assistenza immediata. Arrivate subito. Abbiamo colpito un iceberg. Stiamo affondando". Moore informò il commissariato della polizia locale, ma nessuno gli credette. La nipote di Moore, Margaret Hopkins, taglierà domani il nastro per aprire l'esibizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.