Categorie
celebrity

Melania Trump non voleva indossare abiti di designer scelti prima da Ivanka

Tra Melania Trump e la figliastra Ivanka i rapporti non sembrano idilliaci.

O almeno, questo è quello che emerge da “Melania and Me – The Rise and Fall of My Friendship with the First Lady”, di Stephanie Winston Wolkoff, ex amica della first lady.

Wolkoff dice che se Melania avesse scoperto che Ivanka indossava un capo di un designer prima di lei, automaticamente si sarebbe rifiutata di mettere quel brand.

“Se Ivanka fosse vestita da un designer, Melania lo cancellerebbe dalla sua lista”, rivela l’autrice.

Sembrerebbe dunque che anche ai piani alti del mondo, si riflettano problemi dal contenuto quasi adolescenziale.

Anche se entrambe, Melania e Ivanka, hanno sempre dimostrato di tenere molto all’aspetto fashion.

Come si legge su Vanity Fair Usa, la moglie di Donald Trump non avrebbe gradito inoltre l’intromissione della figlia di lui nell’organizzazione di eventi spettanti alle first lady.

Una volta che erano alla Casa Bianca, dice Wolkoff, Ivanka e il suo staff hanno scritto a lei e Melania riguardo alla co-organizzazione di diversi eventi che erano tradizionalmente ospitati solo dalla first lady.

“Ma stai scherzando?”, ha chiesto Melania a Wolkoff rispetto alla richiesta di Ivanka di collaborare per la Giornata internazionale della donna.

“Sul serio? Non sono co-hosting”, ha specificato l’ex modella.

Lo staff di Melania Trump smentisce i contenuti del libro.

In una nota diffusa tramite Stephanie Grisham, capo di gabinetto della first lady, Melania ha definito la Wolkoff “un’insicura e una disonesta”.

“Chiunque registri segretamente chi da lei stessa viene definita miglior amica è per definizione disonesta”, afferma Grisham.

“Sfortunatamente – continua la nota – è una donna profondamente insicura”.

Nel libro Melania viene descritta come una donna lucida, pragmatica con una determinazione d’acciaio ma spesso anche brusca e ruvida con i suoi collaboratori.

Inoltre ancora come una persona a cui non piace farsi dare ordini o mettere i piedi in testa da chicchessia, che si tratti del tycoon o di sua figlia Ivanka.