Meghan Markle, cappotto da 150 sterline in vendita su Asos

Meghan Markle, cappotto da 150 sterline in vendita su Asos

Meghan Markle ha preso parte al Field of Remembrance event a Westminster Abbey. La Duchessa del Sussex ha indossato un elegante cappotto blu navy del brand Wool belted coat, che ha abbinato a un cappello dello stesso colore altrettanto sofisticato di Philip Treacy e stivali neri. 

Il Remembrance event è organizzato dalla Poppy Factory che produce circa 70.000 croci all’anno, piantate su oltre 360 ​​appezzamenti, per il reggimento e altre associazioni. Ex militari, donne e membri del pubblico possono piantare una croce con un messaggio personale in memoria di coloro che hanno perso la vita al servizio degli altri. Harry e Meghan hanno posato i loro papaveri del ricordo e hanno osservato un silenzio di due minuti.

Il prossimo sabato vedremo di nuovo i duchi quando Harry, Meghan, William e Kate parteciperanno al Festival del ricordo alla Royal Albert Hall con la regina, il principe Carlo e Camilla. L’anno scorso, Meghan era incinta di Archie durante l’evento serale ed è apparsa radiosa con il suo abito nero da £ 49,50 Marks & Spencer, mentre la cognata Kate ha indossato un abito asimmetrico di Roland Mouret.

Intanto la scorsa settimana più di 70 donne parlamentari hanno firmato una lettera in “solidarietà” a Meghan Markle, attaccata costantemente da parte della stampa britannica, che considera i suoi atteggiamenti poco regali. Holly Lynch, deputata laburista, ha pubblicato una lettera aperta ricolta alla duchessa su Twitter, dove lei e dozzine di parlamentari di diversi partiti politici hanno espresso il loro sostegno alla moglie del principe Harry.

Come si legge su The Independent, la lettera afferma: “Come donne deputate di tutte le fazioni politiche, volevamo esprimere la nostra solidarietà nel prendere posizione contro la natura spesso sgradevole e fuorviante delle storie stampate in un numero dei nostri giornali nazionali riguardanti te, il tuo personaggio e il tuo famiglia. A volte, storie e titoli hanno rappresentato un’invasione della tua privacy e hanno cercato di esprimere aspirazioni sul tuo personaggio, senza una buona ragione per quanto possiamo vedere”, continua la lettera. “Ancora più preoccupante, stiamo chiamando ciò che può essere descritto solo come sfumature coloniali obsolete ad alcune di queste storie”.

Potrebbero interessarti anche...