Categorie
celebrity

Letizia Ortiz e la regina Sofia, tutta la verità sul VIDEO virale

MADRID – Letizia Ortiz e la regina Sofia sono protagoniste di un video che sta diventando virale in rete.

Tutte le notizie di Ladyblitz e Blitzquotidiano in queste App per Android. Scaricate qui Ladyblitz e qui Blitz 

La moglie e la madre del re Filippo VI si trovano al termine della messa di Pasqua nella cattedrale di Palma di Maiorca, dove sono solite trascorrere le vacanze.

Alla fine della messa la regina Sofia si avvicina alle due nipotine, la principessa Leonor e l’infanta Sofia, erede al trono. Fa come un cenno al fotografo per immortale il momento. Ma la regina Letizia sembra accorgersi della cosa e mettersi davanti a loro per impedire lo scatto. Tra le due regine sembra esserci della tensione. Ma basta osservare il filmato per capire che è la figlia di Letizia a spostare il braccio della mamma che voleva solo sistemarle i capelli. Insomma, un piccolo capriccio come farebbe qualsiasi bambina.

Il sito della rivista Hola! è riuscita a intervistare chi ha pubblicato quel video, facendolo finire sui social. Si tratta di un utente che su Twitter si chiama El Rabillo del OjO. L’uomo ha girato il filmato da un televisore, dove stava andando in onda. Il suo intento era solo quello di commentare con ironia quella giornata della famiglia reale. Non era sua intenzione arrecare danno all’immagine delle due regine. 

“A mezzogiorno stavo guardando un programma di notizie online, ho visto le immagini, mi hanno sorpreso, le ho registrate e le ho caricate su Twitter con questo profilo con cui ho sempre commentato una varietà di eventi, senza sapere che sarebbe diventato virale, o avere ripercussioni, ma le immagini mi hanno sorpreso e volevo condividerle con i miei 1.600 follower “, spiega l’utente a Hola!

“Ora ho più di 6.000 follower, è venuto fuori sulla stampa, mi ha sorpreso, perché pensavo che tutta la stampa già conoscesse queste immagini che erano state registrate per giorni (…) Non è manipolato, le immagini sono tali e quali a quelle che avete visto in tutti i media e social network (…)”, conclude.